Il Buongiorno di Cuneo24

Nel 1914 la Borsa di New York riapre dopo essere stata chiusa in luglio a causa della guerra

Cuneo. Il sole è sorto alle 7:38 e tramonta alle 16:58. Durata del giorno nove ore e venti minuti. Fase lunare: luna piena.

Santi del giorno
San Giacomo della Marca, religioso e sacerdote.
San Sostene, discepolo di Paolo.
Santa Teodora di Rossano, badessa.

Avvenimenti
1914 – Prima guerra mondiale: la Borsa di New York riapre dopo essere stata chiusa in luglio a causa della guerra.
1964 – Programma Mariner: viene lanciata la terza sonda diretto verso Marte.
1984 – A oltre 250 anni dalla loro morte, William Penn e sua moglie Hannah Callowhill Penn vengono nominati cittadini onorari degli Stati Uniti.
1994 – Norvegia: con referendum il paese nega l’adesione all’Unione europea.

Nati in questo giorno
Fabio Grosso – E’ un ex calciatore, poi allenatore dal 2014 della Primavera della Juventus e, dal giugno 2017, del Bari in Serie B. Nella stessa categoria nella stagione successiva siede sulla panchina del Verona fino all’esonero di maggio 2019. Nel seguente mese di novembre diventa il tecnico del Brescia in serie A ma solo per tre partite. Nell’agosto 2020 va ad allenare la squadra svizzera del Sion. Gioca dal 2004 al 2006 nel Palermo, nell’Inter (scudetto 06/07), nel Lione (07/08) e nella Juventus (11/12). In Nazionale totalizza 48 presenze ed è campione del mondo nel 2006. Un Mondiale quello del 2006 in cui Grosso lascia segni indelebili. Partito come riserva, gioca la terza partita contro la Repubblica Ceca. Negli ottavi di finale, gli azzurri superano l’Australia solo grazie al gol di Totti al 93° su calcio di rigore per un fallo su Grosso. Nella semifinale contro la Germania al 119° minuto è un suo gol (seguito dalla seconda rete di Del Piero, in contropiede) a spianare la strada dell’Italia verso Berlino. Nella finale mette a segno il quinto rigore che consente all’Italia la conquista del titolo mondiale dopo 24 anni. L’immagine della sua esultanza rimane nella storia del calcio italiano, come icona della vittoria ai Mondiali, al pari di quella di Marco Tardelli nel 1982. Compie 43 anni.
Umberto Veronesi (1925/2016) – E’ considerato una personalità di primo piano del campo medico e della ricerca scientifica in generale. Ha dedicato la sua carriera allo studio, prevenzione e cura del cancro, principalmente del cancro al seno. Ha proposto e sostenuto, da sempre, la quadrantectomia, come metodologia che, affiancata alla radioterapia, dà gli stessi risultati della mastectomia, con minore impatto estetico e psicosessuale. Per sostenere la ricerca, nel 2003, ha dato vita alla Fondazione Umberto Veronesi, che assegna borse di ricerca per medici e ricercatori. Destinatario di diversi incarichi di prestigio, è stato direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia. Impegnato anche in politica, è stato Ministro della Sanità dal 25 aprile 2000 all’11 giugno 2001 (governo Amato), mentre nel 2008 è stato eletto senatore nelle liste del Partito Democratico. Dopo la pubblicazione del libro “Una carezza per guarire” è impegnato in prima linea per la lotta alla vivisezione e per promuovere la dieta vegetariana. Il suo corpo è stato cremato e sepolto nel Cimitero monumentale.

Eventi sportivi
1992 – Al Brasile il Mondiale di futsal. Ad Hong Kong, il Brasile si conferma campione mondiale di calcio a 5, vincendo anche il secondo FIFA Futsal World Championship. Alle spalle della Nazionale verdeoro si classificano Stati Uniti, Spagna ed Iran. L’Italia non supera i gironi iniziali e quindi non è nelle prime otto.

Proverbio/Citazione
“A novembre la città si spense in un istante” Giusy Ferreri
“Quando non si è sinceri bisogna fingere, a forza di fingere si finisce per credere; questo è il principio di ogni fede” Alberto Moravia