Garessio, un’estate di San Martino senza… ponte

Adesso è veramente finita: il ponte Odasso è stato completamente demolito e il Comune valtanarino ha perso per sempre un pezzo della sua identità

È stato uno stillicidio. Prima un’arcata, poi la seconda, poi l’ultima. E, nel mezzo, i piloni. Oggi Garessio accoglie l’estate di San Martino senza… ponte. No, non ci riferiamo alla possibilità di unire il week-end alla “ricorrenza”, bensì allo storico emblema del Comune valtanarino: quel ponte Odasso che ora, davvero, non c’è più.

Garessio abbattuto ponte OdassoFoto di Stefania Tomatis

Ha resistito (e, suo malgrado) contribuito a tre esondazioni del fiume Tanaro nel giro di 26 anni, tanto che l’amministrazione comunale, a malincuore, si è trovata costretta a interfacciarsi con gli interlocutori del caso per decretarne la demolizione.

Adesso, del ponte, non resta più nulla. Soltanto il ricordo, che ciascun garessino serberà per sempre nel proprio cuore. Perché se quel ponte è stato spesso sinonimo di alluvione, al tempo stesso ha ospitato le passeggiate dei nipotini insieme ai loro nonni, i primi baci degli innamorati, le foto-ricordo di turisti e famiglie. Ecco perché il ponte Odasso non era un semplice ponte. Il ponte Odasso era Garessio. Era tutti noi.