Emergenza Coronavirus, il Piemonte schiera i suoi studenti: “arruolati” 200 universitari

Si tratta degli iscritti al sesto anno di Medicina. Saranno chiamati a svolgere attività di supporto al contact tracing, alla sorveglianza e alla situazione pandemica

Il Piemonte, in piena crisi pandemica, registra una novità sul fronte sanitario: come riferisce l’ANSA,anche gli studenti del sesto anno di Medicina scendono in campo nella lotta al Coronavirus. Sono circa 200 quelli che si sono resi disponibili, già da questa settimana, a svolgere un’esperienza di tirocinio per attività di supporto al contact tracing, alla sorveglianza e all’emergenza SARS-CoV-2″.

Carlo Picco, commissario Asl della città di Torino, ha commentato così la notizia: “La proposta, preziosissima in questo periodo di grande emergenza, testimonia la vicinanza e la sensibilità dell’istituzione universitaria nei confronti di chi opera in prima linea. Ringrazio gli studenti che hanno dato la loro disponibilità e che, da martedì scorso, sono già operativi nelle sedi individuate, contribuendo attivamente alla lotta al Coronavirus”.

Gli studenti, conclude la nota d’agenzia, non saranno a contatto con malati Covid, ma daranno comunque un importante sostegno all’attività di contenimento della pandemia”.