Cuneo, scrittorincittà il programma di giovedì 12 novembre

Gli incontri in diretta possono essere seguiti dal pubblico sul sito www.scrittorincitta.it/dirette-incontri.html o in alternativa sui canali Youtube e Facebook di scrittorincittà

Più informazioni su

Cuneo. Continua domani, giovedì 12 novembre, scrittorincittà (mercoledì 11 – domenica 15 novembre 2020). L’atteso festival letterario, che fin dalla prima edizione ha registrato una straordinaria partecipazione di pubblico, sarà quest’anno all’insegna del tema “Prossimo”.

Inizialmente immaginata in forma ibrida, questa XXII edizione si svolge interamente online. Gli incontri in diretta possono essere seguiti dal pubblico sul sito www.scrittorincitta.it/dirette-incontri.html o in alternativa sui canali Youtube e Facebook di scrittorincittà.

Il festival è un’iniziativa del Comune di Cuneo, in collaborazione con la Provincia di Cuneo e la Regione Piemonte ed è organizzato dall’Assessorato per la Cultura del Comune di Cuneo e dalla Biblioteca Civica. L’iniziativa è sostenuta dai main partner Fondazione CRC, Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, dagli sponsor Open Baladin, UBI Banca, We Cuneo, Confcommercio, dagli sponsor tecnici Baladin, CIA Cuneo, Cuneo Rent, Informatica System, Castelmar, Farmacie Comunali, Coldiretti Cuneo, con la collaborazione di ABL-Associazione Amici delle Biblioteche e della Lettura, PromoCuneo, Associazione Librai Cuneo, ATL Cuneo, Satispay, e il patrocinio della Rappresentanza a Milano della Commissione Europea.

Il programma è a cura di Stefania Chiavero, Paolo Collo, Matteo Corradini, Raffaele Riba, Andrea Valente.

Gli ospiti della seconda giornata saranno ABL – Amici delle Biblioteche e della Lettura OdV, Lorenzo Baglioni, Amedeo Balbi, Elisabetta Belotti, Gimmi Basilotta, Isacco Basilotta, Filippo Bonaventura, Irene Borgna, Lisa Capaccioli, Francesco Carofiglio, Don Luigi Ciotti, Lorenzo Colombo, Michele D’Ignazio, Giorgio Falco, Lorenza Fantoni, Giuseppe Festa, Sofia Gallo, Micaela Ghisleni, Marilina Giaquinta, Annalisa Guglielmino, Thomas Gunzig, Loredana Lipperini, Elena Loewenthal, Elisa Mazzoli, Matteo Miluzio, Cecilia Moltoni, Noau – officina culturale, Federico Pace, Pino Pace, Cristina Petit, Michael Rosen, Beniamino Sidoti, Edoardo Lombardi Vallauri, Andrea Vitali.

Prossimo è il filo conduttore di quest’anno, tema scelto in tempi non sospetti e che gli ultimi mesi hanno infuso di nuovi significati e accezioni. Prossimo non significa vicino, ma molto vicino. È un superlativo. Prossimo significa così vicino da non poterlo evitare. Il prossimo è l’inevitabile, ciò che arriva, ciò che ti trovi addosso, anche quando non lo pensi, anche quando non lo vuoi, com’è successo un po’ a tutti quest’anno.

 

Gli incontri in evidenza di giovedì 12 novembre

Ore 18.00 | Una vita per il prossimo – live streaming

Tutti noi conosciamo Don Luigi Ciotti come sacerdote che non si limita alla cura delle anime ma si batte per una maggiore giustizia sociale, per una società dove tutti, a partire dai più fragili, siano riconosciuti nella loro libertà e dignità di persone. Un sacerdote che vive il Vangelo senza dimenticare la Costituzione, le responsabilità e i doveri dell’essere cittadini. Una fede vissuta nello sforzo di saldare strada e dottrina. In L’amore non basta, scritto con Cecilia Moltoni (Giunti) don Luigi Ciotti parla di se stesso, della miriade di incontri che hanno segnato la sua vita, del lavoro del Gruppo Abele e di Libera, affrontando alla radice i problemi che molti, dalla classe politica ai singoli, tendono a non affrontare, per negligenza, indifferenza o inerzia. Con loro Stefania Chiavero.

Ore 18.00 | La grande truffa che fa stare bene – live streaming

Alice è stufa di nutrire a pasta in bianco il suo bambino e di aspettare con ansia qualche giorno di lavoro precario. Finché non incontra Tom, il classico scrittore di piccolo cabotaggio. Alice e Tom uniscono le forze in un’operazione ambiziosa: sbaragliare il mercato con il tipico best seller “feel good”. Il problema è che le storie ti portano dove vogliono, e non dove vuoi tu. Thomas Gunzig (Feel Good, Marcos y Marcos) ci trascina nell’umorismo e nel sentimento di una satira sociale che fa davvero bene. Con lui Matteo Corradini.

Ore 18.00 | Continuare a scegliersi – live streaming

Lea è una ricercatrice di Paleontografia, Pietro un professore di Filologia. Hanno le loro vite, hanno i loro affetti. Eppure, la sera in cui si conoscono tra gli echi di una Calabria antica come il codice Bizantino che sono lì per studiare; i rispettivi affetti, le rispettive vite, diventano l’altrove a cui si deve tornare. Anche se mai del tutto. Elena Loewenthal (La carezza, La nave di Teseo) ci racconta come gli umani mettono carezze dove la vita percuote. Introduce l’incontro Livio Partiti.

Ore 18.00 | Il prossimo delitto – live streaming

In una notte buia arriva al 113 una segnalazione di urla provenienti da una villa. Nel frattempo, nell’ospedale civico giunge un ferito grave, di cui si sconosce l’identità. Il commissario Ventura, un lupo solitario, spedito ad aspettare la pensione su una tranquilla isoletta di povere case ai piedi di un vulcano, si ritrova così a indagare su una storia dove il delitto non è ancora stato compiuto. Ventura si ritrova incalzato da tutti i personaggi che animano il suo commissariato, ma soprattutto dall’inarrestabile Maria Isola Lo Faro, ostinata cinefila, «appuntata» con il sogno di passare alla giudiziaria. Ed è proprio l’appuntato Maria, che aiuterà il commissario a venire a capo di una storia complicata di trame familiari. Dialoga con Marilina Giaquinta, autrice di Non rompere niente (Euno edizioni), Emanuele Ricifari.

Ore 18.00 | Un luogo prossimo a te – live streaming

Federico Pace in Passaggi segreti (Laterza) ci racconta tante incursioni in luoghi d’Italia solitari e selvatici. Piccoli viaggi che diventano l’occasione per scoprire dimensioni nuove e poco ascoltate di noi stessi. Un suggestivo viaggio tra luoghi che portano a piccole epifanie, in cui si svela qualcosa di inatteso, un meravigliato contatto che, senza una partenza, non sarebbe stato possibile. Il paesaggio, il movimento, le storie delle persone e i loro legami offrono l’opportunità di interrogarci su noi stessi, sugli altri e su quel che accade. Così si entra nei luoghi geografici e nell’intimo dell’animo umano, dove il tempo pare ancora mantenere il ritmo giusto per recuperare fino in fondo il rapporto con se stessi, il territorio e la comunità a cui apparteniamo. Dialoga con lui Manuele Berardo.

Ore 18.30 | Il lenzuolo di Maya – live streaming

C’è un aspetto importante, della vita dell’essere umano, che non ha beneficiato dell’imponente rivoluzione culturale di cui siamo fautori e protagonisti: la morale sessuale. In sostanza, è rimasta quella di migliaia di anni fa; anzi, benché spesso si pensi il contrario, benché si creda d’essersi affrancati da certi tabù in nome di una libertà dello spirito e del corpo; in alcuni casi “la morale per eccellenza” è addirittura regredita: è ancora fatta di limiti, tradimenti, sorveglianze, delazioni. Edoardo Lombardi Vallauri (Ancora bigotti, Einaudi) dà una spallata agli ultimi 4.000 anni di bigottismo e alla nostra convinzione di essere liberi. Dialoga con lui Pier Franco Brandimarte.

Ore 18.30 | Gioco anch’io! – live streaming

Mettersi in gioco è tutto ciò che serve per partecipare a questo incontro. Ma in gioco davvero, che sia un giro di parole, una scala reale o una rincorsa sull’erba. Che poi, se la vita è un gioco da ragazzi, ecco che giocare potrebbe essere un bel modo per rimanere giovani! E giovane, nello spirito e nella scrittura, lo è senz’altro Michael Rosen (Il libro dei giochi, Il Saggiatore), con i suoi …anta anni trascorsi a raccontare e giocare. Un salto indietro nel tempo e avanti nella fantasia, tirando i dadi dell’immaginazione; un giro del mondo nel mondo dei giochi, senza passare dal via. Perché giocare è un’attività fondamentale; è il modo in cui impariamo a confrontarci con il mondo, a sviluppare la creatività, a trovare soluzioni inaspettate ai problemi. Dialoga con lui Andrea Valente.

Ore 18.30 | L’inizio di una svolta – live streaming

Micaela Ghisleni in Generazione arcobaleno. La sfida per l’eguaglianza dei bambini con due mamme (Einaudi) racconta una storia: la battaglia civile perché, ai genitori dello stesso genere, sia riconosciuto il dovere della responsabilità genitoriale per i propri figli fin dalla nascita. Oggi la legge, in Italia, lo prevede solo per il genitore biologico. Nel libro troviamo sia la storia di Micaela e della compagna Chiara Foglietta e della lotta per tutelare il loro bambino, sia le stringenti argomentazioni etiche e giuridiche dietro a questa battaglia. Il 23 aprile 2018 Chiara Appendino, sindaca di Torino, registra all’anagrafe per la prima volta in Italia un bambino nato da una coppia omogenitoriale. È l’inizio di una svolta. Dialoga con lei Cristina Clerico.

Ore 18.30 | Orizzonte gotico – live streaming

Paesi sperduti e senza tempo; forze oscure; terrore e, di conseguenza, il sublime. Questi sono gli ingredienti fondamentali del romanzo gotico, a cui due grandi autori del nostro panorama culturale hanno dedicato i loro ultimi sforzi, diversi ed eclettici. La notte si avvicina (Bompiani) e Il metodo del dottor Fonseca (Einaudi) attraversano il genere e, contemporaneamente, lo innovano e lo rivitalizzano. Loredana Lipperini e Andrea Vitali ci svelano come. Modera Andrea Grisi.

Ore 18.30 | Figlio della storia – live streaming

La sera del 29 gennaio 1996 un incendio illumina il cielo di Venezia: è il teatro La Fenice che va a fuoco. Quando è un monumento di tale portata a crollare, si colloca subito l’evento nella grande Storia ma, in questo caso, sono le piccole beghe umane ad aver inciso. L’incendio, infatti, è stato appiccato dal titolare della ditta in ritardo sulla fine dei lavori per il suo restauro. Giorgio Falco (Flashover, Einaudi) ha scritto un libro che, come un incendio, illumina e divora il suo oggetto: ricostruzione e decostruzione di una storia vera; indagine sul desiderio e sul potere del denaro di trasformare le cose e i corpi. Ma anche un ritratto in maschera degli ultimi quarant’anni di storia italiana. Dialoga con l’autore Raffaele Riba.

Ore 21.15 | Telefono casa – video première

La ricerca scientifica guarda il cielo, e cerca un prossimo anche lassù, dove c’è l’origine del nostro pianeta, la storia della nostra storia, le tracce di vita che cerchiamo altrove. Tra domande e risposte, Amedeo Balbi ci racconta la ricerca astrofisica, le scoperte imminenti e quelle che otterremo nei prossimi anni, ci svela i misteri risolti e ci avvicina a quelli ancora insoluti. Perché il bello della ricerca è farsi prossimi a qualcosa per conoscere e per conoscere se stessi. Anche quando il prossimo è un extraterrestre.

 

Il programma completo è disponibile sul sito: http://www.scrittorincitta.it/programma.html

Facebook: scrittorincittà | Twitter: @scrittorincitta | Instagram: scrittorincitta

#sic2020 #prossimo

Più informazioni su