Quantcast

Completamento dell’autostrada Cuneo-Asti, si può partire con i cantieri

La conferma è arrivata dall’incontro con il ministro Paola De Micheli. L’iter burocratico si è concluso

Buone notizie per il completamento dell’autostrada Cuneo-Asti a cui mancano soltanto 9 km, ma per i quali il cantiere è fermo da anni. Lunedì 2 novembre il ministro dei Trasporti e Infrastrutture, Paola De Micheli, ha annunciato agli amministratori locali del Cuneese e dell’Astigiano, collegati via streaming insieme ai vertici della Regione e alla società concessionaria, che l’iter burocratico si è concluso. Nel pomeriggio è stato firmato il decreto interministeriale condiviso con il ministero dell’Economia per completare il percorso autorizzativo e la ripresa dei lavori. A breve si riapriranno davvero i cantieri, dopo le opere propedeutiche avviate in estate; i tempi previsti sono di circa tre anni. Il primo lotto a partire sarà quello tra Roddi e Alba di quasi cinque km dove sono in corso le cantierizzazioni.

Nel frattempo dovrà essere aggiornato in base alle esigenze attuali anche l’elenco delle opere complementari all’autostrada, che risale a dieci anni fa. A questo scopo saranno attivati già nei prossimi giorni alcuni tavoli di confronto alla presenza del concessionario e delle istituzioni regionali, provinciali e comunali per conoscere il dettaglio e la tempistica di questi lavori e valutare l’eventuale impatto sulla viabilità intorno al cantiere.

Durante il vertice è stata anche sottolineata la necessità di garantire l’accesso gratuito per chi deve utilizzare l’autostrada per recarsi in ospedale arrivando da Bra o da Alba. “Su questo punto servirà  un confronto tra concessionario, Ministero e Autorità di regolazione dei trasporti prima di poter arrivare a rispondere positivamente a questa richiesta – ha detto il ministro De Micheli -, ma è un impegno politico che ci prendiamo e che porteremo a temine quando avremo definito i dettagli sul fronte economico-burocratico”.

In una nota la società concessionaria Astm ha confermato che le proprie controllate Satap spa (società concessionaria dell’A4 Torino-Milano) e Asti-Cuneo spa hanno sottoscritto con il ministero delle Infrastrutture due nuovi atti aggiuntivi alle rispettive convenzioni per regolare il cross-financing finalizzato al completamento dell’autostrada A33 Cuneo-Asti.