“A Verduno si inventano il virus!”: querela per l’uomo che ha denigrato l’ospedale sui social

Nota ufficiale dell'Asl Cn2: "Decisione assunta per tutelare il personale dagli insulti e dagli atti diffamatori circolati in questo periodo, perché il lavoro di ognuno di loro va valorizzato"

La frase choc contenuta in un video diramato sui social network costerà cara all’uomo che l’ha pronunciata.I sanitari inventano la positività dei pazienti a proprio beneficio, aveva affermato il diretto interessato, riferendosi al personale in servizio presso l’ospedale di Verduno, dove la madre era stata trasportata per via di un problema di salute.

In queste ore, attraverso un comunicato stampa ufficiale, l’Asl Cn2 ha deciso di rendere noto che sarà sporta querela nei confronti del protagonista (in negativo) di questa vicenda.

“L’Asl Cn2 intende esprimere il proprio più sentito ringraziamento nei confronti del personale, in particolare sanitario, ma anche tecnico e amministrativo, per l’impegno profuso nell’affrontare questa delicata ed estenuante fase emergenziale, che si protrae, ormai da mesi, esordiscono i vertici dell’azienda sanitaria.

Per poi aggiungere: “Nonostante la fatica e il rischio quotidiani, tutto il personale non ha mai fatto venire meno la propria disponibilità e professionalità nei confronti dei cittadini e per questo sarà sempre offerto loro il massimo supporto da parte della direzione e delle istituzioni. Al contrario, non verranno tollerati dall’azienda atteggiamenti denigratori nei confronti del lavoro svolto dagli operatori. A tal proposito, in data 27 novembre, è stata presentata una querela per tutelare il personale dagli insulti e dagli atti diffamatori circolati in questo periodo, perché il lavoro di ognuno di loro va valorizzato non denigrato”.