Volto coperto e bastoni usati come armi: attimi di terrore in una villetta a Dronero

I malviventi hanno fatto irruzione in casa quando erano presenti soltanto i figli dei proprietari, prendendo a bastonate uno di loro per farsi indicare la cassaforte (non esistente, peraltro). Uno dei giovani è riuscito a chiamare il 112, mettendo in fuga i ladri, i quali hanno comunque avuto il tempo di arraffare alcuni preziosi. Indagini in corso

Più informazioni su

Hanno vissuto attimi di puro terrore i tre ragazzi (uno dei quali minorenne) che nella serata di lunedì 12 ottobre, nella fascia oraria inclusa fra le 22 e le 23, hanno ricevuto la visita – per nulla gradita – dei ladri nella loro villetta di Dronero, in via Montemale (in direzione del Santuario di Madonna di Ripoli), dove vivono insieme ai genitori, in quel momento non presenti all’interno dell’abitazione.

I malviventi, con il volto coperto e armati di bastoni, hanno fatto irruzione dalla porta d’ingresso, sorprendendo i giovani, anche se non del tutto; uno di loro, infatti, ha avuto la prontezza di comporre il 112 sul proprio smartphone e richiedere l’intervento urgente dei carabinieri, arrivati sul posto in pochi minuti.

Nel frattempo, tuttavia, gli autori del furto si erano già dileguati, portando via con sé alcuni preziosi sottratti dalla camera da letto e prendendo a bastonate uno dei tre fratelli, affinché rilevasse l’ubicazione della cassaforte (mai installata all’interno della villetta, peraltro).

Attualmente, i carabinieri della Compagnia di Cuneo stanno conducendo le indagini volte all’individuazione dei colpevoli, servendosi delle immagini registrate dalle telecamere presenti in zona e delle celle telefoniche. I ragazzi, comprensibilmente sotto choc, stanno bene, ma sono stati visitati al pronto soccorso in via precauzionale.

Più informazioni su