Tutto pronto per il passaggio del Giro d’Italia sabato 24 ottobre al colle dell’Agnello, salvo imprevisti

La Provincia chiuderà la strada tra Chianale e il colle dell’Agnello a partire da venerdì sera 23 ottobre (ore 18)

A partire da venerdì sera 23 ottobre (ore 18) e fino a sabato 24 ottobre alle 15 la Provincia chiuderà al transito la strada provinciale 251 nel tratto Chianale-Colle dell’Agnello per consentire il passaggio della ventesima tappa del Giro d’Italia. Il provvedimento è stato assunto in accordo con la direzione del Dipartimento Hautes Alpes che gestisce il tratto stradale sul lato francese. L’attesa di organizzatori, ciclisti e tifosi della “corsa rosa” è tutta rivolta alle previsioni meteo che solo poche ore prima confermeranno o meno il passaggio della tappa che, dopo il Colle dell’Agnello in alta valle Varaita (2.744 metri), raggiungerà quello dell’Izoard in Francia e poi il Moncenisio per rientrare a Sestriere. La penultima tappa Alba-Sestriere, che sarà decisiva per decidere le sorti della corsa, partirà da Alba alle 10,35 e arriverà all’imbocco della valle Varaita alle 11,40. Il passaggio al valico dell’Agnello è previsto tra le 13,30 e le 14.

La Provincia di Cuneo ha sistemato con nuovi asfalti i tratti di strada più dissestati, a Chianale, a Casteldelfino e a Villar di Sampeyre, ma ha anche già preso accordi con le autorità francesi per intervenire con tempestività, in caso di imprevisti come il maltempo, con un cambio di programma e di itinerario all’ultimo minuto. Nelle ore precedenti il passaggio del Giro si svolgeranno gli ultimi sopralluoghi per verificare le condizioni di sicurezza per i ciclisti e per la carovana rosa al seguito (rischio neve o ghiaccio sulle rampe e sugli ultimi tornanti del colle).