Mondovì, Giorgio Bertolino lascia la presidenza dell’istituto “Casati Baracco”

Alla base della decisione motivazioni di natura lavorativa e personale

Giorgio Bertolino ha rassegnato le dimissioni dal ruolo di presidente dell’istituto “Casati Baracco” di Mondovì, che ricopriva dal 2018. Una decisione figlia di ragioni lavorative e personali e che ha indotto Bertolino ad abbandonare anche il cda della realtà monregalese.

Così, mentre il Comune dovrà indire un nuovo bando per l’individuazione di un nuovo presidente, il “Casati Baracco” prosegue nella sua attività, resa sempre più difficile dall’emergenza Coronavirus, che l’ha già colpito duramente la scorsa primavera, tanto che si sono rivelate fondamentali le donazioni effettuate dalle famiglie dei giovani ospitati e dal Comune di Cascia per scongiurare la chiusura.

Inoltre, proprio per la tutela della salute pubblica, in estate sono stati effettuati tagli importanti sul numero degli ospiti (passati da 70 a 42), poiché sono utilizzate solo le camere singole con bagno privato, fatta eccezione per i congiunti (fratello e sorella), i quali potranno essere alloggiati in camere doppie.