Milleunanota Jazz&Co: oltre ai tradizionali concerti serali, la musica arriva a bordo del bus

Dal grunge alle colonne sonore e bus musicali per portare la musica contemporanea in spazi decentrati della città: per l’ottava edizione Jazz&Co., la rassegna autunnale targata Milleunanota Alba che fa parte del programma della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba si rinnova e comprende tutta la città.Il cartellone si apre sabato 10 ottobre con la formazione guidata da Leszek Kulakowski dalla Polonia, che proporrà melodie fra est Europa e Oltreoceano.

La Polonia è stata storicamente patria di pianisti celebri, su tutti Chopin che vi nacque nel 1810, e lo è tuttora grazie a generazioni di talentuosi pianisti che si sono confrontati con il jazz per dare una propria personale chiave di lettura al genere.

Una serata in compagnia di melodie polacche celebri e musica jazz con le note incantevoli del piano di Kulakowski.Si prosegue il sabato successivo, 17 ottobre, con un tributo al grunge con arrangiamenti in chiave jazz originali e inaspettati di brani dei Nirvana, Radiohead, Rage against the machine, Soundgarden, e molti altri gruppi simbolo del movimento musicale della Seattle degli anni ’90.

A salire sul palco sarà una formazione con chitarre, bassi, elettronica, fiati, sassofoni e tromba: il grunge come non lo avete mai sentito insieme alla Grunge jazz orchestra. Sabato 24, appuntamento da non perdere con la chitarra baritona di FIlippo Cosentino, autore del disco bestseller Baritune inciso per la prestigiosa Incipit/Egea Music.

Cosentino è riconosciuto fra i principali interpreti al mondo dello strumento suonato e reso celebre da Pat Metheny e Ralph Towner. In Baritune l’artista albese interpreta brani della musica italiana, composizioni originali e standard jazz che assumono una nuova veste sonora.

Una serata dedicata alla chitarra, una magia che non avrà mai fine.Il programma di concerti tradizionali si conclude venerdì 30 ottobre con la presentazione di Alba Session, la colonna sonora commissionata dallo scrittore americano James David Spellman al Dragonfly Studio Alba e scritta da Filippo Cosentino per sonorizzare il foto-documentario Treasures of Alba che preannuncia il libro omonimo in uscita nell’autunno, dedicato al nostro magnifico territorio.

Alba Session coinvolge alcuni tra i musicisti più apprezzati della zona che interpretano canzoni e musiche scritte appositamente per il progetto e ispirate al tartufo, alle colline e alle vigne oltre che all’enogastronomia d’eccellenza del nostro territorio.

Durante la serata saranno proiettate le fotografie di Bruno Murialdo, che fanno parte del foto-documentario.Le quattro serate si terranno alle 21 nella chiesa di San Giuseppe: viste le limitazioni imposte dai decreti vigenti, è richiesta la prenotazione scrivendo un’email a milleunanota.alba@libero.it o un messaggio su Whatsapp al 3347867028. Il costo del biglietto è di 10 euro, ridotto a 5 per i minori di 18 anni e, come da tradizione Milleunanota, nell’ottica di avvicinare i ragazzi alla musica, gratuito al di sotto dei 14.

MUSIC ON THE BUS
Non è tutto: per la prima volta, sul modello delle più grandi città internazionali, la musica in città viaggia in pullman e arriva in luoghi inusuali. In collaborazione con l’Assessorato al turismo e agli Eventi del Comune di Alba, con l’Ente Fiera e con Bus Company, sarà possibile salire sul bus musicale in centro città con tappe nei quartieri cittadini e con a bordo i musicisti che terranno gli inediti e suggestivi concerti itineranti. I concerti di Music on the Bus sono tutti i sabati dal 10 al 31 ottobre in due turni alle 15 e alle 17 con partenza fissa da piazza Garibaldi: il live inizia a bordo del bus elettrico fino a un parco cittadino, dove il concerto prosegue e poi si torna alla base. Gli eventi sono gratuiti ed è consigliata la prenotazione. Il calendario completo è disponibile su www.jazzandcoalba.com e sui canali social del festival.

“Con Music on the bus portiamo letteralmente eventi di qualità nei quartieri per far sì che possa arrivare il clima della Fiera anche fuori dal centro. È una bella sfida che raccogliamo insieme all’Ente Fiera e a una realtà di qualità come quella di Milleunanota”, sottolinea l’assessorato al Turismo e Manifestazioni del Comune di Alba.

“Bus Company è lieta di prendere parte da protagonista a Music on the bus – afferma Enrico Galleano, Ad di Bus Company -. Al di là dell’evento in sé, impareggiabile occasione per sostenere la cultura e il turismo nella capitale delle Langhe, partecipiamo sottolineando ancora una volta la nostra attenzione per l’ambiente. Il bus che metteremo a disposizione per la rassegna Jazz&Co. è infatti elettrico, un mezzo che ben si sposa tra l’altro con gli strumenti musicali che utilizzeranno gli artisti, che saranno acustici e quindi con una bassa emissione di CO2. Grazie agli autobus elettrici di Bus Company e ai progetti mirati allo sviluppo di una mobilità alternativa, la capitale delle Langhe ma non solo sta sempre più diventando, sul fronte del trasporto pubblico locale, una vera città green e la nostra azienda si compiace nell’essere parte attiva di questo continuo sviluppo. Quella dell’attenzione all’ambiente è una missione a cui non possiamo sottrarci. Ben vengano occasioni come queste, utili anche per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’uso del trasporto pubblico nelle nostre città”.

“Music on the bus è un’iniziativa molto coraggiosa resa possibile grazie al supporto del Comune di Alba nella persona dell’assessore Emanuele Bolla, dell’Ente Fiera e di Bus Company – commenta il musicista e direttore artistico Filippo Cosentino -. La rassegna è completamente sostenibile sia per l’ambiente che per la comunità: la musica è acustica quindi senza amplificazione e denota un’attenzione verso le tematiche di inquinamento acustico che spesso viviamo nelle città e di cui ci siamo resi conto solamente durante il lockdown venendo meno molti dei rumori tipici dei centri abitati, il bus è elettrico quindi limita al massimo le emissioni di CO2, la comunicazione è esclusivamente digitale. Un ringraziamento speciale ai nostri partner senza i quali questa sarebbe rimasta una idea e invece è realtà. Alba è un città speciale e questa iniziativa lo dimostra una volta di più”.