La Rianimazione di Savigliano ringrazia il “Vallauri” foto

Grazie al prof. Mario Milanesio e i suoi ragazzi che hanno messo a disposizione tempo, materiali e i potenti mezzi tecnici del FABLAB permettendo di realizzare presidi essenziali per la protezione ed erogazione delle cure in un momento di grave carenza.

La pandemia SARS-CoV-2 nella sua fase più virulenta ha mietuto molte vittime, ponendo sotto stress il servizio sanitario sia a livello delle risorse umane che delle strutture e dei presidi necessari per fronteggiarla.

La disponibilità di presidi essenziali per la protezione del personale cosi come delle apparecchiature necessarie per la cura dei numerosi pazienti affetti da Covid -19, ha rappresentato un problema spesso di difficile soluzione per l’impossibilità delle aziende, deputate alla loro produzione e fornitura, di adeguarsi in tempi molto brevi, alla crescita logaritmica delle richieste.

Per chi ha dovuto, nei reparti ospedalieri, curare questi pazienti è stato di grande aiuto e conforto il sostegno manifestato dalla popolazione (associazioni, istituti, comunità parrocchiali e imprenditoriali, esercizi commerciali, gruppi e singoli cittadini) attraverso donazioni, forniture di materiale di consumo e generi di conforto o collaborazioni in forme diverse, sempre erogati a titolo gratuito.

Il Servizio di Anestesia e Rianimazione di Savigliano rivolge un particolare ringraziamento all’Istituto Vallauri di Fossano (diretto dal Preside prof. Paolo Cortese) che, grazie al prof. Mario Milanesio e i suoi ragazzi, ha messo a disposizione tempo, materiali e i potenti mezzi tecnici del FABLAB permettendo di realizzare presidi essenziali per la protezione ed erogazione delle cure in un momento di grave carenza.

Un sentito grazie con la tranquillità di sapere che, in caso di necessità, potremo contare sul vostro incondizionato aiuto.