Quantcast

ll Parco del Monviso cerca un esecutore tecnico professionale

L’Ente di gestione delle Aree protette del Monviso ha pubblicato un bando per l'assunzione, mediante una procedura di mobilità volontaria tra enti, di un esecutore tecnico professionale a tempo indeterminato. La domanda di partecipazione alla selezione dovrà pervenire alla segreteria amministrativa dell’Ente entro il 16 novembre 2020. Il bando e la modulistica sono scaricabili online.

L’Ente di gestione delle Aree protette del Monviso ha pubblicato un bando per l’assunzione, mediante una procedura di mobilità volontaria tra enti, di un esecutore tecnico professionale a tempo indeterminato.

La domanda di partecipazione alla selezione, redatta in carta semplice secondo uno schema disponibile sul sito dell’ente e debitamente sottoscritta, dovrà pervenire, a pena di esclusione, alla segreteria amministrativa dell’Ente entro il termine perentorio delle ore 12.30 del 16 novembre 2020. Essa dovrà pervenire mediante una di queste modalità: invio di un messaggio posta elettronica certificata, invio di raccomandata postale con avviso di ricevimento, consegna diretta a mano presso la segreteria dell’Ente, previo appuntamento. Sulla busta chiusa contenente la domanda, alla quale potrà essere allegato il “nulla osta” incondizionato al trasferimento per mobilità volontaria rilasciato dall’amministrazione di appartenenza, il concorrente deve apporre il proprio nome, cognome, indirizzo, nonché la dicitura: “Mobilità per n. 01 posto di Esecutore tecnico professionale”.

Ulteriori informazioni, il testo completo del bando e gli allegati sono pubblicati sul sito web del Parco del Monviso all’indirizzo http://www.parcomonviso.eu/news/286/il-parco-assume-un-esecutore-tecnico-professionale.

Le domande di mobilità saranno valutate da una commissione sulla base di elementi che dovranno essere dettagliatamente documentati da parte dei candidati: curriculum professionale, anzianità di servizio, avvicinamento al luogo di residenza, titoli di studio ulteriori rispetto a quello richiesto per l’accesso al profilo professionale da ricoprire, colloquio o eventuale prova pratica.

I requisiti per presentare domanda sono: essere dipendente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e pieno, di pari categoria giuridica (B3) e corrispondente profilo professionale, in servizio presso una Pubblica Amministrazione soggetta a vincoli diretti e specifici in materia di assunzioni sulla base della vigente normativa, aver conseguito il diploma di Scuola Media inferiore o titolo assorbente, avere esperienza e capacità professionale in ambito agro-forestale e dell’arredo verde (da esplicitare nel curriculum), avere idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del posto da ricoprire, essere in possesso di patente di guida valida di categoria B o equipollente, non aver riportato sanzioni disciplinari superiori al richiamo scritto, non avere procedimenti disciplinari in corso, non aver riportato condanne penali, né avere procedimenti penali in corso per i reati previsti nel capo I del titolo II del libro II del Codice Penale e avere superato positivamente il periodo di prova presso l’Ente di provenienza.

L’avviso non vincola in alcun modo l’Amministrazione che si riserva la facoltà di non dare corso alla copertura del posto in oggetto, in presenza di domande che non soddisfino i requisiti di professionalità necessari.

A seguito dell’analisi dei candidati, l’Ente formulerà un elenco degli idonei privilegiando, a parità di punteggio, i dipendenti di più giovane età. L’elenco verrà pubblicato all’Albo informatico dell’Ente Parco per la durata di quindici giorni consecutivi e sul sito internet dell’Ente alla pagina “Amministrazione Trasparente – Bandi di Concorso”. La pubblicazione varrà quale notifica a tutti gli effetti per tutti i concorrenti, e dalla pubblicazione decorrono i termini per eventuali impugnazioni. L’incarico verrà proposto al primo candidato idoneo: in caso di rifiuto a prendere servizio l’Ente procederà allo scorrimento dell’elenco.

Il trasferimento è comunque subordinato al parere favorevole definitivo dell’Amministrazione di appartenenza, da rendersi entro 15 giorni dalla richiesta di nulla osta avanzata dall’amministrazione del Parco del Monviso.

>> per saperne di più sulla figura professionale