In una settimana a Cuneo i contagi sono passati da 78 a 164

In una settimana i numeri dei contagi in città sono passati da 78 a 164, con un aumento del 110% - sottolinea il Sindaco Federico Borgna -. Una curva di risalita che accelera vistosamente, richiamo quindi ancora una volta tutti al senso di responsabilità.

Si è conclusa la riunione del Centro Operativo Comunale. Ad oggi a Cuneo sono 164 le persone positive (un valore paragonabile ai numeri registrati a metà aprile).

In una settimana i numeri dei contagi in città sono passati da 78 a 164, con un aumento del 110% – sottolinea il Sindaco Federico Borgna -. Una curva di risalita che accelera vistosamente, richiamo quindi ancora una volta tutti al senso di responsabilità. Ci sono state date poche e semplici regole da rispettare: mantenere le distanze, evitare assembramenti, ma soprattutto mettere la mascherina sempre, anche all’aperto. Sono ancora troppe le persone che non hanno capito la gravità della situazione, dobbiamo essere attenti e rispettosi non solo per noi, ma anche per le persone a cui vogliamo bene. Vogliamo tornare indietro e ritrovarci nella situazione di marzo-aprile? No. Allora facciamo attenzione!”.

Si ricorda che eventuali donazioni a favore del Comune di Cuneo per affrontare l’emergenza sanitaria vengono destinate esclusivamente alla solidarietà alimentare. E’ possibile donare con un bonifico bancario sul conto corrente intestato al Comune di Cuneo IBAN IT 22 P 03111 10201 0 0000 0032346, indicando la seguente causale: “COVID-19 Solidarietà alimentare e Codice Fiscale del soggetto che effettua la donazione”.

Il numero di Codice Fiscale è necessario per identificare i soggetti a cui rilasciare la certificazione fiscale per la detrazione dall’imposta sul reddito. Per i soggetti che effettueranno tali donazioni, così come previsto dal Decreto Legge n. 18/2020 “Cura Italia”, sarà possibile usufruire degli incentivi fiscali per le erogazioni liberali in denaro a sostegno delle misure di contrasto dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, in particolare, solo per le persone fisiche e gli enti non commerciali, di una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30%, fino ad un limite massimo di 30.000 euro.