Il Liceo “Peano-Pellico” rinuncia alla didattica in presenza

A partire da oggi e fino a data da destinarsi, il liceo non aprirà le sue porte agli studenti. Dalla prima alla quinta, tutte le classi svolgeranno le lezioni a distanza.

Cuneo. A partire da oggi, venerdì 30 ottobre, e fino a prossime comunicazioni il Liceo Scientifico e Classico “G.Peano – S.Pellico” rinuncia alle lezioni in presenza. Il motivo è ovviamente l’emergenza sanitaria in corso, che nelle scorse settimane ha costretto alla quarantena varie classi dell’istituto e più del 50% del corpo docenti, rendendo insostenibile il prosieguo delle lezioni in presenza. Ad annunciarlo, lo stesso preside del Liceo, Alessandro Parola, che con un videomessaggio ha spiegato brevemente i motivi del provvedimento. “È stata una decisione sofferta, ma negli ultimi giorni non eravamo più in grado di sostenere un regolare svolgimento delle lezioni e un’adeguata sorveglianza delle classi”, queste alcune delle sue parole. Nelle prossime settimane, e purtroppo a tempo indeterminato, gli studenti assisteranno alle lezioni da casa, attraverso lo strumento della didattica a distanza. Il preside ha voluto dare l’arrivederci a scuola ai suoi studenti attraverso una frase tratta dall’opera Don Chisciotte di Miguel de Cervantes: “Ritirarsi non è scappare, e restare non è un’azione saggia, quando c’è più ragione di temere che di sperare”.