Giro d’Italia 2020, annullata l’ascesa al Colle dell’Agnello

Gli organizzatori costretti a stavolgere la 20ema tappa

Oggi, mercoledì 21 ottobre, il comune di Briançon ha comunicato che, a causa della crisi sanitaria e del decreto n. 2020-1262 del 16 ottobre 2020 non essendo consentiti gli assembramenti di oltre 6 persone sulla pubblica strada, il passaggio del Giro sul territorio non potrà aver luogo.

Come riportato dalla Gazzetta del Sport questo ha costretto gli organizzatori a stravolgere la tappa.

Dopo la partenza da Alba la tappa prevede il passaggio a Pragelato e due volte dal versante Salice d’ultimo/Cesana.

Il Giro si vede costretto al gran finale sulle montagne rinunciando all’Agnello, Izoard e Monginevro.

Oltre al cambio di percorso che interessa la 20ema tappa non è detto che non subentrino ulteriori limitazioni garantire la sicurezza vista l’emergenza sanitaria che sta interessando in particolare la Lombardia.