E’ ripreso il corso “Giovani amministratori per una cittadinanza attiva”

Lunedì 12 ottobre si parlerà di “Politiche di bilancio” in modalità online. Il consigliere provinciale Danna: “Ritengo sia un’ottima opportunità formativa per tutti gli amministratori Under 35 della Granda”.

Sono ripartiti in modalità on line i corsi di formazione per giovani amministratori che erano stati sospesi a febbraio a causa dell’emergenza Covid-19.

Dopo le due lezioni di settembre dedicate all’inquadramento istituzionale generale, lunedì 12 e lunedì 26 ottobre alle 17 si svolgerà l’incontro sul tema “Politiche di bilancio”, con gli interventi di Matteo Barbero del Comune di Acqui Terme e di Roberto Moro del Comune di Novi Ligure.

A novembre, con il supporto di Alessandro Casagrande della Provincia di Alessandria, si parlerà di “Etica e politica nella pubblica amministrazione”.

Se le condizioni lo permetteranno il corso riprenderà poi in presenza da gennaio a marzo 2021 a Cuneo con sei workshop di formazione specifica su: programmazione e progettazione europea; lavori pubblici negli enti locali (normativa); azioni di antidiscriminazione nella pubblica amministrazione; nuove politiche per i giovani; buone prassi di politiche ambientali; confronto e condivisione con Consulta Giovani Anci Piemonte.

Il consigliere provinciale delegato Pietro Danna: “Dopo l’inevitabile sospensione del progetto formativo in discorso dovuta all’emergenza sanitaria legata al Covid-19, è ripartito, seppur in modalità telematica, il progetto “Giovani Amministratori per una cittadinanza attiva”, progetto al quale la Provincia tiene molto e che ritengo costituire una ottima opportunità formativa per tutti gli amministratori Under 35 della Granda: solo mediante l’ottimizzazione delle proprie conoscenze in tema amministrativo/istituzionale il giovane amministratore può intraprendere un percorso di crescita che lo porterà un domani ad essere protagonista negli enti locali del nostro territorio”.

Il corso è sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile) e dalla Regione Piemonte (Direzione Sanità e Welfare) ed è realizzato in partenariato con 25 Comuni cuneesi (Alba, Barge, Bra, Busca, Caraglio, Cardè, Carrù, Chiusa Di Pesio, Cuneo, Feisoglio, Fossano, Gaiola, Magliano Alpi, Mombasiglio, Monastero Di Vasco, Mondovì, Montà, Monticello D’alba, Niella Belbo, Ormea, Piozzo, Saluzzo, Savigliano, Verzuolo e Villafalletto), con Anci Piemonte e con Uncem Delegazione Piemontese e si rivolge ai giovani amministratori di età inferiore a 35 anni o di nuova nomina.

L’obietto è quello di fornire una formazione specialistica finalizzata ad accrescere la passione per il bene comune, l’impegno pubblico e l’etica valoriale, nonché per migliorare la qualità delle competenze dei partecipanti nelle materie strategiche per l’amministrazione pubblica locale. Al termine ci sarà un evento formativo finale rivolto non solo a tutti gli amministratori partecipanti, ma anche a sindaci e amministratori di altri Comuni, associazioni o singoli cittadini interessati. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet dedicato all’iniziativa, disponibile all’indirizzo https://www.formazione.ancipiemonte.it/provincia-di-cuneo-giovani-amministratori-per-una-cittadinanza-attiva/