Bra: misure per il contenimento della pandemia in città

Ordinanza valida fino al 13 novembre, integra la precedente con le nuove disposizioni nazionali

Si estende fino al 13 novembre 2020 la validità delle ulteriori misure a tutela della salute pubblica, contenute nell’ordinanza firmata oggi dal sindaco di Bra Gianni Fogliato in relazione all’andamento epidemiologico in città, in integrazione alle disposizioni statali, regionali e alla precedente ordinanza del 16 ottobre scorso.

Il provvedimento, in vigore da domani 22 ottobre, recepisce le misure introdotte dal nuovo Dpcm del 18 ottobre e, in linea con la precedente ordinanza, regolamenta attività e situazioni in cui è maggiormente diffuso il rischio di assembramenti, come da proposta di intervento del Dipartimento di prevenzione dell’Asl Cn2 e confronto con Prefettura e Regione.

In aggiunta a quanto già precedentemente previsto per le giostre di piazza Giolitti (che cesseranno la loro attività il 25 ottobre), per le sale scommesse e per le attività sportive e motorie amatoriali e quelle ludico ricreative esercitate all’interno di luoghi chiusi senza idonei protocolli, l’ordinanza regolamenta la vendita di alimenti e bevande tramite apparecchi automatici su suolo pubblico, che saranno attivi fino alle 18 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze, mentre l’attività di ristorazione con asporto (pizza al taglio, gelaterie, kebab, ecc.) è consentita fino alle 24, ma con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze già a partire dalle 18.

Consentita fino alle 24 l’attività di bar e ristoranti con consumo al tavolo (massimo di sei persone), e sino alle 18 in piedi, sia all’interno che nei dehors.

Per quanto riguarda lo sport, i gestori di palestre, piscine, centri e circoli sportivi dovranno esporre all’esterno della struttura il protocollo di sicurezza adottato, dandone informazione ai clienti e indicando chiaramente il numero massimo di affollamento previsto. L’uso degli spogliatoi dovrà essere limitato ai soli casi in cui sia strettamente indispensabile.

E’ inoltre vietata l’organizzazione di feste ed aggregazioni su suolo pubblico, anche statiche, sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre in occasione della ricorrenza di Halloween, ed è fortemente raccomandato evitare di organizzare feste private e, come da normativa nazionale, ricevere persone non conviventi in numero superiore a sei.

Chiedo ai miei cittadini collaborazione e rispetto delle regole – commenta il sindaco Gianni Fogliato -. Il dato sui contagi è particolarmente significativo e torna a interessare fasce della popolazione più fragili, richiedendo misure integrative per la tutela della salute di tutti. In questo momento più che mai, sono essenziali il rispetto delle norme e comportamenti responsabili: rinnovo la richiesta agli esercenti dei locali pubblici affinché sia garantita l’osservanza delle disposizioni che riguardano il settore (in particolare il distanziamento del metro ai tavoli) e faccio appello al senso di comunità dei braidesi, per evitare di dover arrivare a ulteriori provvedimenti ancora più impattanti. Attenzione, il mancato rispetto delle regole non ha solo costi in termini di salute pubblica: per i trasgressori sono previste sanzioni da 400 a 1000 euro”.

Dove non diversamente specificato dalla presente ordinanza, restano in vigore le disposizioni contenute nel Dpcm del 18 ottobre 2020. Il testo completo dell’ordinanza è consultabile all’Albo pretorio comunale e a questo link .