Quantcast

Telefono satellitare di ultima generazione donato al Soccorso alpino cuneese

Si tratta di uno strumento che rende più efficiente ed efficace l’operato delle squadre di Soccorso alpino perché consente di comunicare anche in assenza di segnale telefonico e nelle zone in cui la rete radio è carente

La stazione di Cuneo del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese ha ricevuto in dono un telefono satellitare dalla Scuola Intersezionale Alpi Ovest, la struttura che riunisce le sezioni di Alba, Bra, Carmagnola, Fossano, Racconigi e Savigliano del Club Alpino Italiano e che si occupa di avvicinamento e formazione all’arrampicata, all’alpinismo e allo scialpinismo.
Il corpo istruttori della scuola Alpi Ovest ha voluto sottolineare il valore della collaborazione con il Soccorso alpino con un lettera che è stata consegnata insieme al telefono in una piccola cerimonia tenutasi lo scorso 3 settembre.
«La nostra Scuola vuole confermare ancora una volta – si legge nel testo della missiva – l’importanza sociale del suo operato nell’ambito di promuovere la sicurezza in montagna in tutte le sue forme, cucendo solidi rapporti con altre associazioni di volontari come il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, il tutto credendo fortemente nei principi di base del nostro sodalizio, il Club Alpino Italiano».
Oggetto della donazione è un telefono satellitare di ultima generazione, cioè un telefono in grado di effettuare e ricevere chiamate anche in assenza di copertura della rete terrestre, cioè appoggiandosi a una rete telefonica satellitare. Si tratta di uno strumento che rende più efficiente ed efficace l’operato delle squadre di Soccorso alpino perché consente di comunicare anche in assenza di segnale telefonico e nelle zone in cui la rete radio è carente. L’opportunità per i tecnici di parlare telefonicamente con il centro di coordinamento delle operazioni, con la Centrale operativa del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese e con il personale sanitario del 118 può determinare la riuscita di un intervento oltre a garantire una maggiore sicurezza dei tecnici stessi.