Sculture di legno e metodo Montessori: così è ripresa la scuola a Frabosa Sottana foto

Nel Comune della val Maudagna le lezioni sono ripartite ieri con alcune novità significative. L'amministrazione: "Speriamo davvero che sia un buon anno scolastico per tutti e che si possano affrontare eventuali criticità con spirito di apertura al cambiamento, per trasformarle insieme in opportunità di crescita e di apprendimento"

Lunedì 14 settembre anche a Frabosa Sottana ha preso il via il nuovo anno scolastico, il primo post lockdown, e, come preannunciato nei giorni che hanno preceduto il suono della campanella dagli amministratori comunali, sono state due le sorprese che hanno accolto le alunne e gli alunni nel loro primo giorno in classe.

Come spiegano dal municipio, “hanno dato loro il benvenuto la decorazione delle pareti interne, accanto all’entrata, realizzata gratuitamente dalla pittrice Laura Palumbo, e la scultura in legno dall’artista Barba Brisiu, raffigurante una civetta (simbolo di conoscenza), un cassetto dei sogni socchiuso e un libro aperto sugli anelli concentrici di accrescimento del tronco di pino, su cui è incisa la scritta ‘La conoscenza è il primo passo per realizzare i sogni’. Speriamo davvero che sia un buon anno scolastico per tutti e che si possano affrontare eventuali criticità con spirito di apertura al cambiamento, per trasformarle insieme in opportunità di crescita e di apprendimento”.

La scuola primaria di Frabosa Sottana dispone di cinque aule per le lezioni, di cui quattro dotate di L.I.M. (lavagna interattiva multimediale); inoltre, ogni allievo ha a disposizione un tablet per le lezioni. Sono previste solo alcune ore di compresenza per due classi, ad esempio per educazione fisica, ma nessuna pluriclasse. Gli alunni potranno svolgere le attività all’aperto negli spazi intorno all’ampia palestra della scuola: un vero e proprio palazzetto sportivo a loro disposizione.

Un riferimento, poi, al progetto “Aiutami a fare da solo” dell’istituto comprensivo di Villanova Mondovì e
curato dalle maestre Sara Galleano e Margherita Ciocca, che prevede la realizzazione di una sezione a Metodo Montessori nella scuola dell’infanzia di Frabosa Sottana e l’allestimento di una vera e propria aula all’aperto. I lavori di taglio dei vecchi alberi e di prima sistemazione dell’area preludono alla trasformazione del giardino in un laboratorio di apprendimento per le bambine e i bambini, ispirato alla metodologia di Maria Montessori, con aree per la lettura e la pittura, orto didattico, terrario, percorso sensoriale, di equilibrio e coordinazione motoria. Infine, verranno piantati e affidati alle cure dei bambini quattro nuovi alberi: un castagno, una betulla, un faggio e un tiglio”.