Rifiuti abbandonati: il Comune di Verzuolo punta su telecamere e i PUC

Il Comune approfondirà con il Consorzio la possibilità di individuare soluzioni integrative a quelle già presenti nell’appalto per contrastare comportamenti scorretti

Verzuolo. Si è tenuto questa mattina, 4 settembre, l’incontro con il Consorzio Ecologia Ambiente e Servizi (Csea), rientrante nella programmazione annuale delle riunioni con il Consorzio stesso, per analizzare la situazione rifiuti e la gestione sul territorio comunale di Verzuolo.

Stante il periodo particolare a causa dell’emergenza Covid19 le strategie per contrastare l’abbandono si concentreranno su un maggiore utilizzo delle telecamere. In due mesi effettuati 25 posizionamenti delle telecamere per un totale di 50 aree controllate (le più a rischio ripetute più volte). Sette le multe elevate.

Il Comune, inoltre, approfondirà con il Consorzio la possibilità di individuare soluzioni integrative a quelle già presenti nell’appalto per contrastare comportamenti scorretti. Il Comune indirizzerà anche uno dei PUC (Progetti Utili alla collettività), obbligatori per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza, sulla tematica. Anche gli eventuali utenti che devono scontare pene tramite lavori socialmente utili saranno coinvolti nella problematica. Scriverà agli Amministratori di Condominio affinché ricordino e sensibilizzino i condomini nel rispetto delle regole di differenziazione e conferimento.

Per segnalazioni si ricorda il numero dello Csea (0175 217520) e l’email del Protocollo del Comune (protocollo@comune.verzuolo.cn.it).