Quantcast

Referendum sul taglio dei parlamentari: confronto online organizzato da Fare Quadrato

In vista del referendum confermativo indetto per il 20 ed il 21 settembre, Fare Quadrato, tramite la sua pagina Facebook, organizza un momento di confronto tra le posizioni del SI  del NO.

A pochi giorni dal referendum confermativo che è stato indetto per approvare o respingere la legge di revisione costituzionale dal titolo “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero di parlamentari”, l’Associazione Fare Quadrato si è fatta promotrice di un momento di confronto tra le due opposte posizioni in campo: lo stesso si terrà mercoledì 9 settembre alle ore 18.30 sulla pagina Facebook dell’associazione (www.facebook.com/farequadratoCN), e vedrà la partecipazione della Senatrice Susy Matrisciano, Movimento 5 Stelle, e del Senatore Marco Perosino, Forza Italia. L’incontro virtuale sarà introdotto dal Presidente di Fare Quadrato, Luca Robaldo.

Fare Quadrato vuole ribadire l’impegno verso gli amministratori ed i cittadini: pensiamo sia doveroso – commenta il Vice Presidente Alberto Deninotti, assessore del Comune di Marene – un momento di confronto riguardo ad un referendum di tale importanza. Fin da quando abbiamo lanciato l’Associazione ci siamo proposti come un laboratorio di idee e di dialogo, e questa occasione ne rappresenta un esempio lampante. Rinnoviamo l’invito agli amministratori della Granda a voler partecipare a Fare Quadrato: il loro supporto rimane importante e fondamentale”.

Nel porgere i nostri più sentiti ringraziamenti ai Senatori Matrisciano e Perosino per la disponibilità dimostrataci – commenta Pietro Danna, Consigliere Provinciale e membro del Direttivo di Fare Quadrato – mi aspetto una larga partecipazione all’evento in discorso in quanto rappresenta una buona occasione di fare chiarezza sui motivi alla base delle contrapposte posizioni del SI e del NO di cui molto si è discusso ultimamente, dando così agli amministratori locali e, più in generale, a tutti coloro che seguiranno la diretta, qualche elemento in più per determinarsi nella scelta elettorale”.