Priero, Alessandro Ingaria confermato sindaco: “Lavoreremo per incrementare i servizi”

Il primo cittadino, in merito alla nuova Giunta, ha rivelato: "Dovremo fare una riflessione su chi ha tempo e voglia di lavorare per Priero, al di là del numero di preferenze individuali"

Come accaduto in centri più grandi, anche Priero si muove nel segno della continuità per quanto concerne le elezioni comunali, che hanno registrato la conferma di Alessandro Ingaria nel ruolo di sindaco.

Un verdetto maturato con il 55,94% delle preferenze per il leader della lista “Priero è bella”, che ha inflitto un distacco di 34 voti (160 a 126) alla sua rivale Erica Prato (“Per Priero”). Nessun voto, invece per Pietro Ferrero (“Partito Valore Umano”).

“Siamo molto soddisfatti di questo risultato – ha dichiarato il primo cittadino –. Ringraziamo l’elettorato, che evidentemente ha apprezzato il nostro lavoro. Continueremo ad adoperarci per rendere ancora più turistico il nostro borgo e per migliorare e incrementare i servizi”.

Recentemente a Priero è stato installato un Postamat e, come conferma Alessandro Ingaria, è stata avanzata richiesta anche per un Punto Poste. Non solo: sarà mantenuta alta l’asticella dell’attenzione anche sotto gli aspetti della connessione internet, per la quale già durante il primo mandato è stato sottoscritto un accordo con Eolo che ha migliorato la navigazione in rete nel paese.

Per quanto invece concerne la nuova Giunta, dovremo fare una riflessione su chi ha tempo e voglia di lavorare per Priero, al di là del numero di preferenze individuali. Una volta si poteva ragionare su una Giunta a cinque, ora invece nei piccoli Comuni come il nostro è formata soltanto dal sindaco, dal suo vice e da un assessore. Chi sarà scelto dovrà garantire massima disponibilità, per il bene del paese”.