Nuova sede per le scuole di Niella Tanaro? In ballo un finanziamento regionale da 2 milioni di euro

Il Comune ha fatto predisporre il progetto definitivo: qualora esso venga ammesso in graduatoria, riceverà il maxi-contributo della Regione

Una nuova sede per le scuole dell’infanzia e primaria di Niella Tanaro? Questo è ciò a cui sta lavorando l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco, Gian Mario Mina. Un’opera figlia innanzitutto di un’esigenza, dal momento che l’edificio che attualmente le ospita non risponde alle normative antisismiche ed è fruibile grazie a una sorta di deroga.

I costi per un suo adeguamento, inoltre, risulterebbero troppo elevati; per questo gli amministratori niellesi, ereditando l’iniziativa avviata dalla precedente Giunta, vanno ora a caccia del finanziamento decisivo da parte della Regione Piemonte. Si parla di 2 milioni di euro, che saranno erogati nel giro di un anno in caso di ammissione in graduatoria del progetto definitivo, che sarà presentato dal Comune entro giovedì.

Tuttavia, la cifra non coprirà per intero i costi di realizzazione della struttura, che sarà cofinanziata per il 20-25% dall’amministrazione mediante la contrazione di un mutuo.

Per la progettazione definitiva è stato coinvolto un ampio novero di professionisti (71), dal quale ne sono stati selezionati 6 da parte del Comune di Niella Tanaro. Al ribasso, poi, l’ha spuntata lo studio di architettura Bachiorrini di Saluzzo.

Dove potrebbero sorgere le nuove scuole? La scelta ancora non è stata compiuta e vi sono 2-3 aree in ballo. Incerto anche il destino dell’attuale fabbricato che ospita le scuole, che potrebbe essere riutilizzato per altri scopi.