Quantcast

L’Atletica Mondovì debutta nel triathlon: domenica la prima gara a Mergozzo

Il coordinatore della sezione, Alberto Ribezzo: "Vogliamo diventare il riferimento per tutti gli appassionati del Monregalese, crescere nei numeri e creare anche una squadra agonistica giovanile"

Tutto è (finalmente) pronto per il debutto della neonata sezione di triathlon dell’Atletica Mondovì – Acqua San Bernardo, che farà il suo esordio assoluto in gare ufficiali in occasione dell’edizione numero 25 del Triathlon Internazionale di Mergozzo sulla distanza definita “media” e che prevede 1,9 chilometri a nuoto, 90 chilometri in bicicletta e 21 chilometri di corsa.

Come spiegano dal sodalizio monregalese, “al via ci saranno ben cinque nostri atleti: Luca Mondino, Alberto Ribezzo, Nadia Porta, Davide Danni e il capitano Fabrizio Moscarini, il più esperto del gruppo, già finisher di numerosi IronMan. Vista la difficile situazione generale causa Covid-19 che incide anche sui calendari delle manifestazioni sportive, ‘appuntamento di Mergozzo è il primo della stagione: sarà l’occasione per verificare lo stato di forma degli atleti dopo il collegiale di gruppo ai duemila metri del Sestriere”.

Alberto Ribezzo, consigliere dell’Atletica Mondovì e coordinatore della sezione triathlon, ha rilasciato la seguente dichiarazione alla vigilia della gara: Siamo molto soddisfatti per questo primo anno, che consideriamo ‘anno zero’. Nonostante il Coronavirus abbia paralizzato tutto proprio all’inizio della stagione, siamo riusciti a coinvolgere un cospicuo numero di atleti e di sponsor, ai quali va il ringraziamento per aver creduto in noi. Siamo anche riusciti a organizzare un ritiro in altura: ottimo per cementare il gruppo e per rendere i duri allenamenti meno faticosi. Il nostro capitano Fabrizio Moscarini, dopo aver brillantemente superato il primo corso, sta proseguendo nella formazione obbligatoria da ‘tecnico’”.

Ribezzo ha aggiunto: “Il progetto a medio e lungo termine, condiviso con la dirigenza dell’Atletica Mondovì che crede fortemente nell’iniziativa, è ambizioso. Vogliamo diventare il riferimento per tutti gli appassionati del Monregalese, crescere nei numeri e creare anche una squadra agonistica giovanile. Abbiamo una struttura societaria solida, la disponibilità della rinnovata pista di atletica al Beila, a due passi dalla piscina comunale che speriamo torni disponibile quanto prima: le condizioni per fare bene ci sono tutte”.