Il Coronavirus va a… scuola: in quarantena una classe dell’istituto “Garelli” di Mondovì

Si tratta del primo contagio fra i banchi rilevato dall'inizio dell'anno scolastico. Ad oggi presso l'hotspot dell'ospedale "Regina Montis Regalis" sono stati eseguiti 43 tamponi sugli studenti

Le scuole di Mondovì si trovano a dover fronteggiare la prima situazione di emergenza Coronavirus, connessa a un caso di positività rilevato presso una classe dell’istituto d’istruzione superiore “Garelli”, finita per intero in quarantena insieme ai suoi docenti.

Ricordiamo che proprio il “Garelli”, insieme al “Cigna” e al “Baruffi”, era finito al centro di un dibattito sui social network per via della decisione del dirigente scolastico, Giacomo Melino, di far indossare la mascherina in aula ai ragazzi “perché il metro di distanza può venir meno in qualsiasi momento”, anche se il preside aveva precisato che si trattava “di un invito, non di un’imposizione”.

Come si rileva dai dati diffusi dalla Regione Piemonte, a ieri sera il contagio del “Garelli” non era ancora stato annoverato tra quelli in elenco; infatti, secondo quanto riportato nell’ultimo bollettino, in tutto il Piemonte sono stati eseguiti 767 tamponi nelle scuole: 744 a studenti e 23 a insegnanti, per un totale di 24 positivi rilevati.

Capitolo provincia di Cuneo: 71 tamponi effettuati, di cui 43 su studenti recatisi presso l’hotspot allestito all’ospedale “Regina Montis Regalis” di Mondovì.