Il 4 ottobre al via la X Giornata Nazionale delle dimore storiche ADSI

Straordinariamente in autunno (normalmente si sarebbe dovuta tenere a maggio), l’edizione 2020 aprirà gratuitamente le porte di ben 27 dimore storiche tra Piemonte e Valle d’Aosta. Obbligatoria la prenotazione.

Più informazioni su

Domenica 4 ottobre, il Castello di Sanfré e Tenuta Berroni di Racconigi apriranno al pubblico in occasione della X Giornata delle dimore storiche ADSI. A Saluzzo, in virtù della collaborazione con l’Associazione delle Case della Memoria apriranno, per la prima volta nell’ambito di questa iniziativa, la casa di Silvio Pellico e quella di Augusto Radicati che per la prima volta aprono le porte in occasione della giornata dell’ADSI. Splendidi interni visitabili, giardini con alberi secolari, manoscritti, curiosità e chicche. Prenotazioni consigliate e in alcuni casi obbligatorie.

La manifestazione si estende anche al di fuori dei confini della Granda, per delle gite fuori porta all’insegna della storia e delle bellezze architettoniche. Nel torinese la X Gornata Nazionale ADSI offre lo spunto per conoscere palazzi  e castelli di pianura che giocarono un ruolo importante nella storia del Piemonte. Come il Castello Galli della Loggia, nell’omonima località, maniero del Mille ora trasformato in signorile villa di rappresentanza; o il Castello di Marchierù a Villafranca Piemonte, dimora che fra i suoi proprietari vanta l’aiutante di campo del principe Eugenio di Savoia durante l’assedio di Vienna. Non lontano, a Volvera, all’interno della Cascina Pascolo Nuovo, il Palazzotto Juva, trasformato nell’800  incorniciato da un giardino con essenze esotiche, che il 4 ha in programma uno spettacolo teatrale del gruppo “Historia Subalpina”.  Rinomata per il suo giardino, disposto su tre livelli, anche  Casa Lajolo a Piossasco, villa di metà ‘700 dal particolare hortus conclusus.  Alla sua prima Giornata Nazionale  ADSI, Palazzo Castelvecchio a Bricherasio, in un rincorrersi di stili e di piacevoli scorci che plasmano i tratti neoclassici della facciata ai motivi floreali Liberty del lato sul giardino.

Promossa dall’ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane) con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, la X giornata Nazionale è stata premiata con la Medaglia del presidente della Repubblica per le sue finalità, e quest’anno si arricchisce della collaborazione con la Federazione Italiana Amici dei Musei e con l’Associazione Nazionale Case della Memoria. La Giornata ADSI Piemonte e Valle d’Aosta ha anche ricevuto il sostegno di Reale Mutua e il Patrocinio della Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e delle Province di Alessandria, Asti, Cuneo e Novara.

L’appuntamento ha lo scopo di sensibilizzare i visitatori sul valore storico, artistico e socio-economico di una parte del patrimonio culturale nazionale. Spesso considerate luoghi delle meraviglie inossidabili al tempo, le dimore storiche – un autentico museo diffuso sul territorio – sono in realtà gioielli fragili la cui tutela e conservazione sono interamente affidate ai proprietari privati, che si fanno carico di mantenerli in vita, di custodirne la storia e preservarne il paesaggio rendendoli fruibili da tutti.

Per tutte le informazioni sulle dimore visitabili e gli orari è possibile consultare il sito web dell’ADSI a questo link. Per ragioni di sicurezza è obbligatorio prenotare la propria visita in qualsiasi dimora storica partecipante al concorso.

Più informazioni su