Busca, nuovo prodotto certificato alla Pessina srl: i segnali stradali in legno foto

"L'azienda sta ampliando al suo interno la capacità produttiva con macchinari in fase di installazione" ha spiegato Eros Pessina

Busca. Alba, Busca, Italia, Europa: una storia iniziata nel cuore della Langhe, tra il profumo dei tartufi e bottiglie di vino prelibato, ad Alba nel 1895. Si tratta della Pessina srl, azienda specializzata nella produzione, installazione e manutenzione di segnaletica stradale.

A capo della nota impresa, riconosciuta con il premio Fedeltà al Lavoro che la Camera di Commercio ha riservato alle imprese artigiane più longeve, in seguito alla prematura scomparsa del padre Elvio, è Eros Pessina con la mamma Eralda e la moglie Nadia.

Racconta: “Mio bisnonno Giovanni, originario di Milano, tra fine ‘800 e inizio ‘900 realizzava le insegne per i negozi. La sua passione di pittore di ex voto l’ha portato a fondare l’azienda che ancora oggi porta avanti il nome di famiglia. Una parte dei dipinti ex voto del mio bisnonno sono attualmente conservati nel santuario di Nostra Signora della Moretta ad Alba”.

Pessina inoltre è coordinatore nazionale all’Uni, l’ente italiano di unificazione delle norme tecniche volontarie in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario, componente esperto del comitato europeo per la standardizzazione (CEN) di Bruxelles e vice presidente dell’Associazione Italiana Segnaletica e Sicurezza (AISES). Da circa un anno, inoltre, è componente del Consiglio di Indirizzo e Garanzia di Accredia a Roma.

L’azienda è la prima in Italia ad aver ottenuto, 8 anni fa, la marcatura CE sui propri prodotti in Francia e recentemente ha ottenuto le marcature CE su tutti i propri prodotti dall’Ente Italiano AISICO.

Oggi annuncia Pessina: “L’azienda sta ampliando al suo interno la capacità produttiva con macchinari in fase di installazione negli stabilimenti di Busca per i nuovi segnali stradali in legno, segnali a tutti gli effetti, rifrangenti per centri urbani in montagna, zone turistiche.”

Pessina inoltre porta avanti la sua passione per la cultura, nello specifico storia e poesia. Ha pubblicato diversi volumi e cd musicali. Questa sua passione lo ha portato anche a ricoprire il ruolo di vicepresidente della Onlus torinese Elogio della Poesia. “Entro fine anno – ci confida – la Casa Editrice Genesi di Torino pubblicherà il mio ultimo scritto sull’eccidio nazifascista del Ceretto, nel quale perse la vita anche un prozio.