Bilancio ampiamente positivo per la terza edizione di Imaginè

Soddisfazione per il sold out della maggior parte degli appuntamenti su prenotazione e per il buon afflusso a quelli fruibili liberamente

Va in archivio con un bilancio ampiamente positivo la terza edizione di Imaginé | piccolo festival della narrazione per figure, che sabato 26 e domenica 27 settembre ha animato Vernante (Cuneo) con laboratori, spettacoli, mostra, presentazioni di libri e molte altre proposte dedicate al mondo dell’illustrazione.
In un anno in cui organizzare un evento articolato come un festival è già un successo, noau | officina culturale, artefice del progetto Imaginé, può registrare un ottimo riscontro di pubblico e di critica testimoniato dai numeri: quasi tutti sold out gli appuntamenti su prenotazione, e buona affluenza alle iniziative fruibili liberamente come il mercato di illustrazione e artigianato di qualità a cura di madeincuneo, le dimostrazioni di stampa d’arte a cura dell’Associazione Nerofumo stampa d’arte e la mostra Il campanellino d’argento, con le illustrazioni di Gioia Marchegiani, ospite d’onore del festival. Se il Centro Visita del Parco Alpi Marittime e la tettoia antistante sono stati come sempre il cuore pulsante dell’evento, con oltre mille passaggi registrati, non sono mancati appuntamenti in spazi suggestivi come il Museo Attilio Mussino e il Teatro della Confraternita. Il bosco bandito della Riserva del bosco e dei laghi di Palanfrè è stata la cornice da favola della passeggiata pittorica con l’illustratrice e pittrice Gioia Marchegiani, ospite d’onore del festival, e Marco Contarino, guardiaparco del Parco Naturale delle Alpi Marittime.

Il sabato sera di Imaginé ha visto la prima rappresentazione di uno spettacolo che attraverso letture, musiche, immagini animate ha dato vita al nuovo albo illustrato di Marco PaschettaPistillo, in uscita per Diabolo Edizioni e in anteprima a Vernante. La performance, realizzata grazie a una sinergia tra noau | officina culturale, Diabolo Edizioni, Orchestra della Centrale per la parte musicale, Alice Gallouin per le animazioni e Daniele Saretti per l’editing, ha commosso e convinto il pubblico di Imaginé. Grande partecipazione e coinvolgimento anche per Luoghi Comuni, lo spettacolo in prima assoluta di Associazione Culturale Prismadanza che ha fatto compiere al pubblico un viaggio attraverso i luoghi comuni e di comunità di Vernante e della vita a suon di musica dal vivo, teatro, danza, immagini suggestive e acqua.

Complice il bel tempo, gli ospiti del festival e i tanti visitatori che per la prima volta hanno scoperto Vernante hanno potuto anche concedersi un po’ di tempo alla scoperta dei murales del paese, resa ancora più smart grazie alla web app che, tramite qr code, permette al visitatore di fruire di contenuti interattivi. La presentazione della web app, realizzata nell’ambito del progetto di sviluppo turistico Ama Pinocchio, scopri Vernante finanziato dalla Fondazione CRC con il bando Patrimonio culturale, ha sancito la collaborazione tra Vernante e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi, che porterà nel prossimo futuro ad attività di scambio di mostre e altre iniziative condivise.

Chiusa un’edizione 2020 del festival che verrà ricordata anche per la scrupolosa attenzione al rispetto normativa anti-contagio in vigore e per i sorrisi dietro le mascherine, noau | officina culturale è pronta a mettersi al lavoro per il quarto capitolo di Imaginé, in programma nel 2021.

Sara Rubeis, direttrice artistica di Imaginé e membro di noau | officina culturale: «Se dovessimo scegliere un aggettivo per descrivere la terza edizione di Imaginé sarebbe emozionante. Emozionante perché è arrivata dopo mesi di sforzi non indifferenti a livello organizzativo per rispettare la normativa attualmente in vigore per il contenimento del Covid-19 e perché dopo mesi abbiamo potuto tornare a proporre attività in presenza a bambini e adulti. Il tema del genius loci ha resto questa edizione più viva e legata al territorio e alla comunità, e siamo molto grati a Gioia Marchegiani per il prezioso contributo sul tema che ha portato con i suoi interventi. Lo spettacolo Pistillo animato, che ha visto il coinvolgimento di noau | officina culturale anche come co-protagonista di un appuntamento del festival, è stato la ciliegina sulla torta, e ci auguriamo che la prima di Vernante sia solo il punto di partenza di un viaggio tra teatri e festival. Il nostro grazie va a tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito alla riuscita del festival, a partire naturalmente da Comune di Vernante, Regione Piemonte, FONDAZIONE CRT, Fondazione CRC, Ente Aree Protette Alpi Marittime e Pro Loco di Vernante».

Loretta Macario, vice sindaca del Comune di Vernante: «Siamo molto soddisfatti per un’edizione di Imaginé che ha saputo superare le difficoltà legate alla situazione contingente. Proposte quali il mercato di illustrazione e di artigianato di qualità, le dimostrazioni di stampa d’arte e la mostra di Gioia Marchegiani, oltre alla presentazione della web app che permette di scoprire Vernante i murales in un modo innovativo, hanno coinvolto anche coloro che non hanno potuto accedere agli appuntamenti su prenotazione. La collaborazione con noau | officina culturale si rafforza di anno in anno e ci auguriamo che possa crescere ancora».

Imaginé | piccolo festival della narrazione per figure è un progetto di noau | officina culturale realizzato con il patrocinio e il contributo di Comune di Vernante e Regione Piemonte, con il contributo di FONDAZIONE CRT e Fondazione CRC e con il sostegno dell’Ente Aree Protette Alpi Marittime e della Pro Loco di Vernante.