Bacco&Orfeo: i Concerti della domenica di Alba e Bra

La programmazione dal 30 agosto al 4 ottobre

L’ultima domenica di settembre, il 27, vedrà un’interessante programma con pianoforte e quartetto di fiati, con i giovani solisti dell’Orchestra Giovanile i Filarmonici Friulani e Andrea Rucli al pianoforte, impegnati tra Mozart e Beethoven, nelle uniche due opere dedicate dai compositori a questa formazione. Al pomeriggio la violinista virtuosa svizzera Maristella Patuzzi e il pianista Andrea Bacchetti ci accompagneranno in un travolgente programma passando dalle Danze popolari rumene di Béla Bartók, al virtuosismo della Fantasia sulla Carmen di Georges Bizet, per concludere con la celebre Zingaresca di Pablo de Sarasate.

Al termine dei concerti un brindisi con i vini della Casa vinicola de Puppi di Moimacco (UD), in collaborazione con Enoarmonie e la Regione Friuli Venezia Giulia.

27 settembre

Alba, Chiesa di San Giuseppe ore 11

Ludwig e Amadé

Andrea Rucli pianoforte

I solisti dell’Orchestra Giovanile Filarmonici Friulani

Pietro Savonitto oboe, Francesco Cristante clarinetto, Andrea Mancini corno, Alessandro Bressan fagotto

Wolfgang Amadeus Mozart 1756-1791

Quintetto in mi bemolle maggiore per pianoforte e fiati, K. 452

Largo. Allegro moderato

Larghetto

Allegretto

Ludwig van Beethoven 1770-1827

Quintetto in mi bemolle maggiore per pianoforte e fiati, op. 16

Grave. Allegro ma non troppo

Andante cantabile

Rondò. Allegro ma non troppo

Andrea Rucli si è diplomato al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze con il massimo dei voti e si è affermato in numerose competizioni pianistiche. Suona da più di venticinque anni sia come solista che in svariate formazioni cameristiche, collaborando con figure di primo piano. È stato prima allievo, poi partner in duo pianistico e assistente per più di 10 anni del pianista russo Konstantin Bogino, mentre ora continua un sodalizio con il violista e compositore Vladimir Mendelssohn. Ha partecipato a prestigiosi festival di musica da camera e ha inciso come solista e insieme a Konstantin Bogino e Lucio Degani; in prima mondiale ha registrato opere della compositrice russa Ella Adaiewsky, coronamento di un lavoro di riscoperta promosso dall’Associazione “Sergio Gaggia”. Nel 2010 e nel 2012 si è esibito per i Concerti del Quirinale in diretta radiofonica RAI ed in circuito Euro Radio, presentando rispettivamente La pantomima rinata, produzione 2006 della Gaggia, e un programma costruito per la Giornata del Ricordo. Ha insegnato Pianoforte principale presso il Liceo Musicale Pareggiato “G. Puccini” di Gallarate.

L’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani nasce nel 2015 ed è l’unico esempio della Regione Friuli Venezia Giulia di ensemble musicale gestito, coordinato e curato da under 30. L’Orchestra coinvolge più di 150 musicisti di età compresa tra i 16 e i 35 anni, tutti strumentisti originari della regione e studenti delle scuole musicali del Friuli Venezia Giulia, nonché delle più prestigiose accademie italiane ed estere. L’orchestra vanta già una fitta attività concertistica e si è esibita su alcuni dei palcoscenici più importanti della regione, nonché fuori Regione e all’estero. A partire dal mese di giugno 2019, ha promosso la prima stagione diffusa dal titolo metamorphosis. All’interno dei Filarmonici Friulani, si sono formati anche gruppi di musica da camera, come il quartetto, il settimino e il quintetto di fiati.

I componenti del quintetto, si sono specializzati nelle migliori accademie internazionali e nazionali quali la Musik Akademie di Basilea (CH), Ia Fontys Hogeshoelen di Tilburg (ND), l’Accademia del Teatro Alla Scala, la Scuola di musica di Fiesole e Conservatori di Firenze e Padova. Collaborano o ricoprono stabilmente posizioni di prestigio presso diverse orchestre come la Brussels Philarmonic, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Filarmonica di Lubiana, L’orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l’orchestra della Fondazione Teatro Lirico Verdi di Trieste e la Fvg Orchestra.

Il gruppo lavora stabilmente all’interno dell’orchestra esibendosi in diverse occasioni concertistiche e sviluppando progetti didattici dedicati alle scuole del territorio con il fine di promuovere la diffusione della cultura musicale.