Associazione “Insieme”: Marcello Cavallo confermato alla presidenza foto

Il numero uno del sodalizio cuneese ha dichiarato: "Questo nuovo gruppo sta già lavorando all'interno dei 'Pianeti' della 'Galassia Granda' e continuerà in questo progetto per mantenere il perseguimento dell'obiettivo prefissato già nello scorso mandato, ovvero contribuire a creare una nuova classe dirigente per il nostro territorio"

Sabato mattina, a Rodello, si è tenuta l’assemblea dell’associazione “Insieme”, al cui interno è stato modificato lo statuto e si è registrata la conferma di Marcello Cavallo alla presidenza del sodalizio, affiancato da ventuno consiglieri proveniente da diverse aree della provincia.

Si tratta di Alberto Claudio (Cherasco), Barlocco Elisa (Cosseria), Basso Enrico (Busca), Bertone Marco (Cuneo), Calzia Federico (Cuneo), Cerati Marco (Cuneo), Chiesa Giuliana (Serralunga d’Alba), Fissore Alberto (Marene), Fosforo Mara (Revello), Galleano Enrico (Villanova Solaro), Gasco Serena (Vicoforte), Girard Andrea (Cuneo), Imbimbo Andrea (Cuneo), Isaia Giancarlo (Cuneo), Lemut Federico (Briga Alta), Oderda Valerio (Racconigi), Pasi Sergio (Cuneo), Pianetta Michele (Villanova Mondovì), Revelli Delia (Margarita), Vender Luca (Fossano) e Vero Andrea (Alba).

“La nostra Provincia è totalmente rappresentata – ha asserito Cavallo –. Siamo in un momento epocale della nostra storia associativa: questo nuovo gruppo sta già lavorando all’interno dei ‘Pianeti’ della ‘Galassia Granda’ e continuerà in questo progetto per mantenere il perseguimento dell’obiettivo prefissato già nello scorso mandato, ovvero contribuire a creare una nuova classe dirigente per il nostro territorio”.

Prima del rinnovo delle cariche ha avuto luogo un dibattito, coordinato dal giornalista Claudio Puppione, all’interno del quale sono intervenuti rappresentanti di enti e associazioni territoriali: Marco Bertoluzzo, direttore del Consorzio socio-assistenziale Alba, Langhe e Roero, che ha presentato l’attività e il ruolo dei volontari; Mario Figoni, presidente del Centro Servizi per il Volontariato, che ha descritto la capillarità delle associazioni impegnate nel tessuto provinciale, messe anche a rischio dalla mancanza del ricambio generazionale e dalla scarsa attitudine al cambiamento con l’era digitale; Roberto Gagna, presidente della protezione civile provinciale, che ha illustrato alcuni progetti dell’ente a fianco dell’istituzione pubblica e le difficoltà burocratiche che rallentano molte volte gli interventi; Claudio Tomatis, rappresentante della Croce Rossa, che ha spiegato i principali aspetti che caratterizzano l’operato e le criticità affrontate nell’ultimo periodo di emergenza sanitaria.

Sono stati coinvolti nella discussione anche il presidente della Fondazione CRC, Giandomenico Genta, e il presidente della CRT, Giovanni Quaglia, i quali sono intervenuti per un confronto costruttivo e propositivo su futuri interventi e sugli approcci con cui affrontare azioni e progetti che riguardano gli enti del Terzo Settore.