Arena live festival: Tre giorni di spettacoli con Teatro e Danza made in Cuneo foto

L’Arena Live Festival è nato infatti non solo dall’esigenza di offrire alla popolazione un luogo in cui fruire in sicurezza di spettacoli di vario genere ma anche di poter garantire ai tanti lavoratori e appassionati del mondo dello spettacolo un palcoscenico su cui esibirsi durante la stagione estiva.

Settembre è arrivato, e con lui anche le ultime due settimane di programmazione eventi dell’Arena Live Festival, che si concluderà il 12 settembre con gli spettacoli dei comici di rilievo nazionale Stefano Chiodaroli, Max Cavallari e Dario Ballantini.

Dopo il successo di lunedì 31 agosto con il duo Claudio Bisio – Gigio Alberti, l’Arena si ferma per un paio di giorni, giusto il tempo di allestire le strutture per la carrellata finale di appuntamenti.

Oltre agli spettacoli del circuito di MirabiliaFestival internazionale di Circo contemporaneo e delle arti performative, e al Gala della Danza organizzato dalla compagnia Egribianco Danza per il 7 settembre,  grande attenzione è stata riservata a tre appuntamenti legati al territorio di Cuneo. L’Arena Live Festival è nato infatti non solo dall’esigenza di offrire alla popolazione un luogo in cui fruire in sicurezza di spettacoli di vario genere (dall’opera al cabaret, passando per concerti e reading) ma anche di poter garantire ai tanti lavoratori e appassionati del mondo dello spettacolo un palcoscenico su cui esibirsi durante la stagione estiva.

Martedì 8 appuntamento con la rivisitazione di “Sganarello o il cornuto immaginario”, spettacolo elaborato dagli attori dell’Accademia Teatrale “Giovanni Toselli” sulla maschera comica di Molière.  Il protagonista dell’opera, ispirata al teatro italiano, si muove nello spazio di un teatro non-teatro tra attori burattini anch’essi giocati sul filo dell’ambiguità.

Mercoledì 9 è prevista la commedia “Il Povero Piero” di Achille Campanile,  indiscusso caposcuola del teatro dell’assurdo, portata sul palco dai giovani dell’Accademia Zoser, compagnia teatrale che fa parte dell’organizzazione di volontariato Gli Animattori.

Nella messa in scena i giovani attori hanno scelto di enfatizzare il ridicolo delle situazioni, proponendo così dei personaggi irreali e ridicoli, assurdi come il testo richiede sia per il nobile scopo di far divertire lo spettatore che per irridere quella parte di società fatta di apparenza e di poca sostanza, cinica e irriverente di fronte alla morte.

Dopo la data di recupero del concerto dei Marlene Kuntz del 10 settembre, venerdì 11 un appuntamento di aggregazione (sempre nel rispetto del distanziamento sociale) con La serata della danza: la Julie’s School e l’ A.S.D. Danzicherie, forti di più di 30 anni di attività e insegnamento alle spalle, inaugureranno i corsi dell’anno 2020/2021 con esibizione delle rispettivi offerte e specialità. La prima ha introdotto a Cuneo il metodo di insegnamento della danza classica della prestigiosa accademia Royal Academy of Dance, che ha contribuito alla formazione di varie allieve che del balletto hanno fatto la loro professione, sia come ballerine che come insegnanti, e negli ultimi anni ha inserito tra le sue proposte i balli di street dance come hip hop, dancehall e video dance.

La seconda garantirà lo spettacolo con giovani ballerini cuneesi che si esibiranno in frammenti di danza classica, moderna, contemporanea, hip hop, break dance, house e dancehall.

Maggiori info e  biglietti per tutti gli spettacoli sul sito www.promocuneo.it/arena-live-festival/