Alba, anche in periodo di pandemia la Ferrero premia i suoi lavoratori

L’Azienda e le Organizzazioni sindacali esprimono "piena soddisfazione per i risultati conseguiti in un esercizio particolarmente difficile e complicato"

Alba. La Direzione Aziendale Ferrero si è incontrata con le Organizzazioni Sindacali nazionali e territoriali di Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil e con il Coordinamento sindacale Ferrero delle RSU e delle Rappresentanze Sindacali della Rete Commerciale. L’incontro si è svolto in modalità videoconferenza e ha permesso la partecipazione da remoto di tutte le sedi interessate del territorio nazionale.

L’incontro, previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro, ha consentito alle Parti di analizzare gli andamenti di mercato, le prospettive produttive aziendali, i programmi di investimento per gli stabilimenti e le unità aziendali italiane, le tendenze occupazionali nonché le iniziative previste dal vigente Accordo Integrativo Aziendale.

L’Azienda e le Organizzazioni sindacali hanno espresso piena soddisfazione per le iniziative attuate in tutte le sedi aziendali per fronteggiare l’emergenza Covid19; tali attività hanno consentito a tutti i lavoratori del Gruppo di lavorare in piena sicurezza e garantire la continuità dell’attività produttiva, la piena funzionalità del network logistico e un’efficace azione di presidio del mercato.

Inoltre, sulla base di quanto convenuto nel vigente Accordo Integrativo Aziendale, nel corso dell’incontro si sono esaminati gli andamenti gestionali aziendali e si è determinata la cifra di PLO (premio legato ad obiettivi) per l’esercizio 2019/2020.

L’importo massimo raggiungibile, per l’anno in corso, è di Euro 2.220,00 lordi ed è determinato dall’andamento di due parametri: il risultato economico, unico per tutta l’azienda (che concorre a determinare il 30% del premio), e il risultato gestionale (70% del premio) legato all’andamento specifico di ogni stabilimento /area.

I premi risultano quindi differenti nelle varie sedi. La somma sarà erogata con le competenze del mese di ottobre 2020 così come previsto dal vigente accordo integrativo aziendale.

L’Azienda e le Organizzazioni sindacali esprimono “piena soddisfazione per i risultati conseguiti in un esercizio particolarmente difficile e complicato a causa degli effetti della pandemia” riconoscendo il ruolo strategico di consolidate e proficue relazioni industriali.