Riqualifichiamo insieme un angolo di Saluzzo

Scade il 31 agosto il bando per il Bilancio partecipativo

Più informazioni su

C’è tempo fino al 31 agosto e basta un’idea concreta e realizzabile.

Il Comune di Saluzzo, dopo il successo della prima edizione nel 2019, ripropone anche per il 2020 una quota di bilancio partecipativo.

Ogni saluzzese (è necessario aver compiuto 16 anni) può presentare un progetto per la manutenzione e la riqualificazione di spazi pubblici e arredo urbano. La giunta del sindaco Mauro Calderoni mette a disposizione, come per l’anno scorso, 15 mila euro.
La cifra per il 2019 è stata successivamente incrementata per realizzare addirittura tre delle proposte progettuali pervenute al municipio. Si tratta del restauro del pilone di San Chiaffredo che è in corso, della riqualificazione dell’arredo dalla sorgente di Santa Caterina e, infine, stanno per essere affidati i lavori di ampliamento dello skatepark nel parco Tapparelli.

«I progetti – spiegano i funzionari del comune – si possono formulare sia singolarmente, sia in forma associata. Vanno rispettati limiti di budget e la proposta deve naturalmente avere un interesse pubblico, teso al miglioramento della comunità».

Per facilitare la presentazione, il Comune di Saluzzo ha predisposto e reso disponibile sul suo sito internet una scheda in formato pdf: compilandone i vari campi è richiesto un titolo sintetico, il luogo della città di Saluzzo (compresa la Municipalità di Castellar) dove verrebbe attuato il progetto, le finalità e i motivi per cui è importante e, infine, la spesa prevista (comprensiva di Iva) per la sua realizzazione, dettagliando, se possibile, le singole voci.
È possibile allegare al modulo una pagina in formato massimo A3 (297 mm x 420 mm) in cui si possono inserire foto, schizzi, disegni o quant’altro ritenuto utile per presentare graficamente e/o visivamente il progetto.

Dopo il 31 agosto la Giunta comunale, su proposta dell’Ufficio tecnico e della Ragioneria, adotterà il progetto più idoneo, o anche più d’uno come per il 2019.
«L’obiettivo di questa iniziativa – dice il sindaco di Saluzzo Mauro Calderoni – è favorire sempre più il coinvolgimento della cittadinanza nella cura, nella manutenzione e nella riqualificazione della nostra città. L’auspicio è che, terminate le settimane di lockdown, in questo 2020 si prosegua il percorso intrapreso l’anno passato con la prima edizione del bilancio partecipativo e che cresca il numero di proposte che ci verranno sottoposte. Spero che tra i partecipanti ci siano anche dei giovani che con la loro acuta sensibilità verso l’aggregazione e la condivisione degli spazi, possono apportare punti di vista e spunti inediti e innovativi».

Il modulo si può scaricare al link
https://comune.saluzzo.cn.it/download/modulo-compilabile-per-la-presentazione-del-progetto-di-bilancio-partecipativo/?wpdmdl=23836

Più informazioni su