Resti di carcassa animale rinvenuti nei boschi di Montaldo di Mondovì: scarti di macellazione?

A giudicare dalle immagini pubblicate su Facebook, risulta difficile credere che non sia stato un abbandono volontario. È stata fatta segnalazione ai carabinieri

Il punto interrogativo, in casi come questo, è più che mai d’obbligo, anche se non sembrano esserci troppi dubbi: i resti della carcassa animale rinvenuta questa mattina sul sentiero noto come “Anello delle miniere”, che mette in collegamento Montaldo di Mondovì con San Giacomo di Roburent, non possono essere figli di un attacco del lupo.

“Avrebbe dovuto essere armato di coltello”, si legge nei commenti, in taluni casi permeati da amara ironia, pubblicati sotto le immagini diffuse su Facebook da un frequentatore dell’area boschiva, che nella mattinata di oggi, domenica 9 agosto 2020, si è imbattuto con il suo cane in quelli che paiono essere scarti di macellazione, probabilmente abbandonati volutamente in mezzo alla natura.

Il ritrovamento è stato segnalato ai carabinieri.