La “Fiera di Saluzzo” trova “casa” in Castiglia foto

Il Pittara grazie all'Art bonus della Fondazione Cassa di risparmio di Saluzzo sarà trasferito a Saluzzo

Saluzzo. Il Comune di Saluzzo ha ottenuto dalla “Gam – Galleria di arte moderna di Torino” il parere positivo al trasferimento dell’enorme tela firmata dal pittore Carlo Pittara (Torino, 6 giugno 1835 – Rivara, 25 ottobre 1891), che è attualmente esposta nello spazio museale del capoluogo regionale.

Il progetto per l’allestimento della tela (che misura 4 metri per 8), redatto dallo studio professionale cittadino degli architetti Andrea Ruggeri e Federica Maffioli, prevede la sua nuova collocazione nell’ex chiesa della Castiglia, l’ultimo spazio non utilizzato e non restaurato dell’ex carcere.

L’intervento di recupero dei locali un tempo luogo di culto – spiegano dall’Ufficio tecnico Comune di Saluzzo – si muove nel rispetto dell’edificio esistente, mantenendone le caratteristiche e le peculiarità, andando a creare nuove suggestioni spaziali con semplici ma efficaci interventi. Lo spirito con cui il progetto è stato concepito interagisce con l’esistente in modo sottile, ma sempre leggibile arricchendolo di nuove strutture leggere, incentrate sulla presenza della tela storica del Pittara e creando un’atmosfera avvolgente. Il risultato che si vuole ottenere è un allestimento che sottolinea l’opera senza mai prevaricare, senza voler realizzare qualcosa di autonomo e scindibile dall’opera stessa“.

La “Fiera di Saluzzo” presenta un soggetto, estremamente realistico, seppur ambientato nel Seicento, e rappresenta una fiera di campagna, con gli animali più disparati, cavalli e uomini. In primo piano, l’ambiente agricolo in cui si svolge la fiera con, sullo sfondo, la città di Saluzzo ed il maestoso Monviso innevato.

Il preventivo per la nuova “casa” della “Fiera di Saluzzo” è di 250 mila euro. Cento mila euro per questo intervento sono stati donati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo nell’ambito dell’”Art Bonus” del Governo, portale web a cui tutti i cittadini possono accedere ed effettuare donazioni liberali, cliccando sulla scheda della Castiglia.