Frana al bivio di Prato Nevoso: fango e detriti invadono la carreggiata

Cinque smottamenti in un decennio, tutti nello stesso punto. Nel 2016 i lavori della Provincia di Cuneo, ma la storia continua a ripetersi...

In seguito alle copiose piogge abbattutesi in queste ore sul Monregalese, una frana di generose dimensioni ha invaso la carreggiata del bivio di Prato Nevoso, all’altezza del ponte dei Bergamini. È la quinta volta negli ultimi dieci anni che succede.

La prima fu nel giugno 2010, quando si sfiorò la tragedia: in quella circostanza, un fronte di terra largo 50 metri e alto tre mancò per una manciata di minuti un gruppo di ciclisti che stavanno affrontando una gara di cronoscalata. Gli smottamenti successivi, invece, sono datati 2013 e 2016, anno in cui sono stati avviati dalla Provincia di Cuneo i lavori per la messa in sicurezza di quel tratto di strada.

Fu la ditta Bertolotti Giovanni Costruzioni s.r.l. di Villanova Mondovì ad aggiudicarsi il cantiere, per un importo pari a 80mila euro circa, realizzando un nuovo e più ampio attraversamento scatolare in calcestruzzo armato autoportante in corrispondenza del rio Bergamini, finalizzato a incanalare le acque provenienti dal suddetto rio, oltre a un nuovo pozzetto e un nuovo muro di controripa, atti a contenere il fenomeno di trasporto del materiale solido da parte dello stesso rio.

Nonostante quell’intervento, il 10 luglio 2019 si presentò nuovamente analogo problema, con l’asfalto invaso da acqua, fango e detriti e traffico temporaneamente bloccato.

Esattamente ciò che è accaduto questa mattina, richiedendo l’intervento dei vigili del fuoco, della Provincia e della ditta “Yaro” per ripulire la strada e consentire il transito ai veicoli. Al momento è consentita la circolazione a una corsia.