Esordio come talent scout per il chiusano Roberto Miele

Il suo giovanissimo protetto si impone a Varano nella classe 300 SS

Roberto Miele nella sua lunga carriera ha vinto parecchie competizioni, sia in salita, dove ha conquistato il titolo regionale, mancando di poco quello italiano, che in pista, dove ha sfiorato la conquista del Trofeo Honda CBR 600, passando poi alla Yamaha R6.

Ultimamente, si è dedicato ai corsi di guida sportiva, che tiene sul Circuito Internazionale di Busca, gestito dalla Signora Lilia Imani ed è tornato alle gare con l’intento di scovare qualche giovane ragazzo da portare, possibilmente, al successo.

Sentiamo quanto ci ha rivelato Roberto Miele in una breve chiacchierata.

Andando sulle piste a visionare dei ragazzi, mi hanno impressionato la velocità e le doti di guida del giovane Andrea Vitali, imperiese di Pontedassio, classe 2004, incontrato sul kartodromo di Mondovì, che seguo ormai da alcuni anni. Ho conosciuto i suoi genitori, papà Ivo e mamma Katia, che sono entusiasti dei risultati ottenuti da Andrea, che con mezzi raffazzonati alla meglio ed andando allo sbaraglio, si è aggiudicato diverse gare non ufficiali in sella alle minimoto ed alle miniGP. Ho così iniziato a seguire Andrea, portandolo ad allenarsi soprattutto sul Circuito Internazionale di Busca e sulle piste dei dintorni, dandogli dei consigli e mettendogli a disposizione la mia esperienza, perché secondo me ha le possibilità per emergere, anche se non ha a disposizione il denaro sufficiente per poter competere con altri ragazzi più facoltosi, e vorrei fargli raggiungere i risultati che non ho potuto realizzare io. Mi spiacerebbe veramente che un ragazzo così forte non riuscisse ad emergere per colpa del vil denaro. Lo scorso anno Andrea, dopo anni passati con le moto piccole, ha esordito a Vallelunga (Roma), dove ero presente pure io, in una gara del CIV della classe 300, la sua prima vera gara, andando a punti su un lotto di trenta piloti. Quest’anno prende parte al Trofeo Motoestate della classe 300 Supersport in sella ad una Kawasaki 400 del Team Mototecnica di Piero Puzzo di Imperia, che gli fornisce l’assistenza tecnica, moto con la quale Andrea si è aggiudicato la sua prima vera gara, disputata sull’impianto “Riccardo Paletti” di Varano de’ Melegari (PR). Da notare che era la prima volta che saliva sulla Kawasaki e che non aveva mai girato su una pista vera, ma solo sui kartodromi! L’idea sarebbe di riuscire a fargli prendere parte alle ultime due gare del Motoestate, che avranno luogo il 13 settembre a Varano e l’11 ottobre a Cervesina,
oltre ad una del CIV. Le premesse ci sono, per cui spero di riuscire a trovare qualche aiuto che mi permetta di portare questo ragazzo al successo, naturalmente Covid e sponsor permettendo
”.

Auguriamo a Roberto Miele di riuscire nel suo intento, ed al giovane Andrea Vitali di mettere a frutto l’esperienza e l’impegno dell’ex pilota chiusano, che crede fermamente in lui.