Comunali Peveragno 2020, Enzo Tassone non ci sarà

"Troppi gli individualismi contro cui mi sono scontrato e con i quali non ho voluto scendere a patti, io che da anni lavoro per il territorio e mai per me stesso. A malincuore decido di non candidarmi alla carica di sindaco di Peveragno, ma purtroppo le dinamiche attuali non mi permettono altra scelta. Lascio la corsa agli altri candidati, augurando ad entrambi buona fortuna e sperando che nei loro intenti vi sia il bene per il paese prima di ogni altra cosa"

“È davvero a malincuore che decido di non candidarmi alla carica di sindaco di Peveragno, ma purtroppo le dinamiche attuali non mi permettono altra scelta. Per mesi ho cercato di creare un gruppo che rappresentasse un’alternativa unita alla attuale amministrazione, ma ammetto: non ci sono riuscito. Troppi gli individualismi contro cui mi sono scontrato e con i quali non ho voluto scendere a patti, io che da anni lavoro per il territorio e mai per me stesso; troppe le persone che mi hanno voltato le spalle per dedicarsi alla carriera di qualcuno che probabilmente consideravano più astuto e in odore di vittoria, dopo che per loro avevo speso molto. Lascio la corsa agli altri candidati, augurando ad entrambi buona fortuna e sperando che nei loro intenti vi sia il bene per il paese prima di ogni altra cosa. Ringrazio con tutto il cuore il gruppo che mi ha sostenuto in questo percorso ed i peveragnesi che mi stanno scrivendo in queste ore: non è finita. Non intendo abbandonare la politica/amministrazione. Ho intenzione di continuare a dedicarmi all’ascolto delle vostre voci ed a capire che cosa fare per migliorare Peveragno”.

E’ il testo integrale del post pubblicato sul suo profilo facebook attraverso il quale Enzo Tassone, capogruppo della minoranza in Consiglio Comunale, annuncia che non concorrerà alla carica di sindaco di Peveragno alle elezioni comunali del 20 e 21 settembre prossimi.

Ora è dunque ufficiale: saranno i due cugini Renaudi (il sindaco uscente Paolo e suo cugino Adriano) a contendersi la poltrona di primo cittadino del paese ai piedi della Bisalta per i prossimi cinque anni.