Boves, le “premiazioni itineranti” di “Parole ed Immagini” foto

L'esposizione resta aperta fino a fine agosto

Boves. Da sempre l’organizzazione del «Concorso Parole ed Immagini» di Mellana, giunto ai trenta anni di vita, piccolo ma il più serio possibile, vivo, sempre, per fortuna costantemente nazionale, con qualche partecipante anche dall’estero, ha amato andare a portare, «a casa», quando possibile, alcuni premi (specie i «primi premi») a partecipanti che non son potuti venire alla premiazione. Ci commentano: «È sempre stato un buon pretesto per viaggetti interessanti…».
Questo si è deciso di farlo, soprattutto, in questo «anno difficile», con premiazione spostata due volte, infine fissata al 18 luglio, con limiti di presenze, distanze, mascherine, norme sanitarie, riserve di molti a «spostarsi», anche entro i confini nazionali… La «consegna diretta» garantisce, sicuramente, un maggior «calore» degli «invii postali»…
La prima puntata è stata sabato 8 agosto, in Riviera, sin a Savona (nello studio, foderato di libri, di Pietro Baccino, che ha ricevuto ben quattro premi diversi) e Ventimiglia (Enzo Barnabà ha ricevuto la sua segnalazione «Parole ed Immagini», diploma e libri, durante la presentazione del suo recente libro «Il sogno babilonese», sulla terrazza della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Grimaldi Superiore). Puntata di settembre è prevista in Toscana. Tra fine settembre ed inizio ottobre, situazione sanitaria e sue evoluzioni permettendo, vi sarà il «Grande giro di premiazione», con «cesti», che dovrebbe avere tappe a Bergamo, Lendinara (Rovigo) e porte di Pordenone… Ovviamente sempre con il massimo rispetto di «distanze» ed «uso di mascherine»…