A Monastero di Vasco le auto non sfrecceranno più: installati due nuovi dossi foto

I dissuasori hanno trovato spazio in via Roma e in via Antonio Turco, accompagnati dall'istituzione del limite massimo (30 chilometri orari)

Un intervento del genere, in altri contesti, può apparire scontato e superfluo, ma nel caso di Monastero di Vasco è senza dubbio di fondamentale importanza. Troppe volte, in questi anni, i residenti hanno rischiato di essere investiti dalle auto che attraversavano il centro di Roapiana o via Antonio Turco a velocità sostenuta, ignorando del tutto il limite orario esistente.

Oltretutto, in quelle carreggiate, gli usci domestici si affacciano direttamente sull’asfalto e non vi sono praticamente marciapiedi, fattore che contribuisce ulteriormente a incrementare la pericolosità dello scenario, che, però, da domani non sarà più tale.

Sono stati infatti installati nella giornata di oggi, venerdì 7 agosto 2020, due dossi, ubicati rispettivamente all’ingresso di via Roma (Roapiana) e nella sopra menzionata via Antonio Turco, con l’istituzione, in entrambi i casi, del limite massimo di velocità a 30 chilometri orari.

Ambedue le strade saranno riaperte al traffico nelle prossime ore. “Questa misura, insieme alla rotatoria di piazza San Sebastiano (che verrà resa definitiva a breve), si è resa necessaria al fine di moderare la velocità degli automobilisti nei due centri abitati”, spiega il vicesindaco, Giorgio Musso, che ricorda, inoltre, come siano pervenute negli anni numerose segnalazioni verbali e scritte dagli abitanti di Monastero di Vasco.

La situazione, ora, dovrebbe essere definitivamente risolta.