Ritrovato il corpo di Mario Durbano, il cercatore di funghi scomparso

Mario Durbano, il cercatore di funghi disperso da venerdì a Entracque, è stato ritrovato morto dopo sei giorni di ricerche nelle quali sono stati impegnati oltre 60 uomini

Era partito da casa, a Entracque, venerdì all’alba per andare a cercare funghi nel vallone della Rovina in Alta Valle Gesso ma poi non aveva più dato notizie di sé, contrariamente alle sue abitudini. Mario Durbano, 66 anni, pensionato Michelin, oggi è stato ritrovato morto, dopo sei giorni di ricerche. Il corpo era vicino a una pozza d’acqua ed è stato trovato da due vigili del fuoco del nucleo Speleo alpino fluviale in prossimità di un torrente al fondo di un canalone. Per il recupero della salma è stato inviato sul posto l’elicottero Drago 121 che provvederà a trasferirlo al campo base dell’unità di comando locale.

Dopo l’allarme lanciato dal figlio di Durbano, preoccupato perché il padre non aveva telefonato come al solito quando usciva per le sue ricerche di funghi, sono iniziate le ricerche che hanno impegnato oltre 60 persone tra Soccorso alpino, vigili del fuoco del Comando provinciale con il nucleo Speleo alpino fluviale, l’elicottero Drago 121 decollato da Torino, guardia di finanza, carabinieri di Entracque, volontari, le guardie parco delle Alpi Marittime oltre ai tecnici di Bergamo e Alessandria specializzati nell’uso dei droni.

L’auto, una Fiat Panda 4×4, con la quale Durbano aveva raggiunto uno spiazzo tra il lago della Piastra e quello delle Rovine, all’inizio del vallone di Chistafort era stata ritrovata sabato dai cani molecolari dell’Associazione nazionale cinofili del Piemonte e della Finanza ed è da questa zona che sono iniziate le ricerche alle quali hanno partecipato, oltre ai volontari, amici e famigliari dello scomparso. Ancora ieri 5 squadre di 15 uomini erano state portate in elicottero nel punto più alto dove si sono svolte le ricerche, il passo della Vagliotta a 2.400 metri, dal quale sono scesi a valle, percorrendo la sinistra orografica del torrente Gesso. Poi il tragico epilogo.

Mario Durbano, che lascia la moglie Bruna Ravera, i figli Emanuele ed Erika, era originario di borgata Frise a Monterosso Grana, e aveva una casa anche a Borgo San Giuseppe, a Cuneo. In attesa del nullaosta per i funerali la salma sarà composta alla camera mortuaria di Entracque.