Pontechianale: dalle Langhe una donazione di fiori per il centro foto

Nel comune della Valle Varaita non mancherà l'Estate Ragazzi che, in virtù delle nuove disposizioni anti-contagio, cambia forma e diventa "ONE DAY"

Pontechianale. Dall’amore del vivaista Alessandro Abbate di Alba per Pontechianale, dove viene periodicamente in villeggiatura, e dall’apprezzamento di questi per l’impegno profuso negli ultimi anni dalla Pro loco per la promozione turistica della località dell’alta valle Varaita nasce l’idea di un progetto di arredo urbano completamente a costo a zero per la collettività. Dopo aver sistemato negli anni passati, a titolo di collaborazione con la Pro loco, alcune fioriere in piazza Santa Caterina e aver donato il pino per realizzare l’albero di Natale, il vivaista ha pensato di dare un tocco di colore in più al centro del paese.Venerdì di buona mattina, due camion e tre operai sono partiti dalle Langhe per sistemare fioriere di gerani sul muro prospiciente la chiesa e nella piazza centrale, punto di approdo dei privilegiato dei turisti.

La Pro loco: “Abbate ha subito sposato il nostro progetto e non bada a spese quando si tratta di rendere più accogliente Pontechianale. Un gesto apprezzato da residenti e villeggianti che contribuisce al decoro del nostro centro. E, confidiamo, anche a offrire al nostro partner un po’ di meritata visibilità nella nostra valle”.

Non mancherà nemmeno quest’anno l’Estate Ragazzi estiva, in virtù delle nuove disposizioni anti-contagio, cambia forma, riproponendo però la consueta collaborazione con la cooperativa Caracol. Il servizio estivo, per cui il Pro loco ha stanziato un contributo a parziale copertura dei costi di iscrizione, si svolgerà dal 20 luglio a metà agosto con giornate “spot” di attività en plein air. Le iscrizioni si ricevono al numero 347/7959054 (Giorgio) entro l’8 luglio: in base alle stesse, verrà definito un calendario di gite, con attività ludico-ricreative dalle 8.30 alle 17.30 (9 ore) ad un costo di 30 euro. È previsto il versamento di 10 euro per l’assicurazione una tantum. Gli iscritti saranno divisi in due gruppi: dai 6 agli 10 anni (elementari) e dai 11 a 14 anni (medie). Ai genitori è fin d’ora richiesto, di indicare, oltre all’età dell’iscritto, anche il periodo in cui si intende frequentare il servizio e quante giornate di attività si vorrebbero effettuare all’interno della settimana.