Quantcast

Italia all’ultimo posto in Europa per livello di istruzione

L'ultimo rapporto dell'Istat segnala che gli italiani sono all'ultimo posto in Europa per quanto riguarda l'istruzione

Più informazioni su

Mentre è stata confermata la data di inizio del prossimo anno scolastico e si continua a discutere su come sarà affrontata la prevenzione del rischio di una recrudescenza del coronavirus, l’ultimo rapporto Istat segnala che gli italiani detengono il poco piacevole record di essere gli ultimi in Europa per livello di istruzione. Nel rapporto vengono documentati anche un elevato tasso di abbandono precoce degli studi e una forte penalizzazione per chi vive al Sud e per le donne.

Alcuni dati del rapporto che certifica la pessima posizione in classifica:

19,6% la quota di popolazione con titolo di studio terziario (contro il 33,2% dell’Ue);

35,4% il tasso di occupazione dei 18-24enni che abbandonano precocemente gli studi (53,6% quello di coloro che hanno conseguito il diploma);

78,9% la percentuale di occupazione dei 30- 34enni laureati (87,7% nell’Ue);

 

il 24,6% dei laureati (25-34enni) ha una laurea STEM (37,3% uomini, 16,2% donne);

nel Mezzogiorno il 54% possiede almeno un diploma, (65,7% nel Nord), mentre il tasso di occupazione è del 71,2% tra i laureati (86,4% nel Nord);

 

il divario territoriale nei tassi di occupazione dei laureati è più ampio tra i giovani e raggiunge i 24,9 punti.

 

Per chi volesse saperne di più: https://www.istat.it/it/files//2020/07/Livelli-di-istruzione-e-ritorni-occupazionali.pdf

Più informazioni su