Il Buongiorno di Cuneo24

Nel 1947 in Italia, all'Hotel de la Ville, viene assegnato il primo Premio Strega. Il vincitore è Ennio Flaiano con il romanzo Tempo di uccidere pubblicato da Longanesi

Cuneo. Il sole è sorto alle 5:47 e tramonta alle 21:22. Durata del giorno quindici ore e trentacinque minuti.

Santi del giorno
Sant’Antonio Maria Zaccaria, sacerdote.
San Domezio il Medico, eremita.
Sant’Agatone, martire.

Avvenimenti
1810 – Bologna, viene inaugurata l’Arena del Sole.
1865 – In Inghilterra viene promulgata la prima legge al mondo sui limiti di velocità.
1947 – Italia: all’Hotel de la Ville viene assegnato il primo Premio Strega. Il vincitore è Ennio Flaiano con il romanzo Tempo di uccidere pubblicato da Longanesi.
1971 – L’età minima per votare negli Stati Uniti viene portata da 21 a 18 anni (effetto del XXVI emendamento certificato formalmente in questo giorno dal presidente Richard Nixon).

Nati in questo giorno
Alberto Gilardino – E’ un calciatore, attaccante di Verona, Parma, Milan, Fiorentina e Genoa. Con il Milan dal 2005 al 2008 vince una Champions League, una Supercoppa UEFA e una Coppa del mondo per club FIFA. Nella stagione 2012/13 va in prestito al Bologna, per far ritorno a Genova l’anno successivo. Con i grifoni realizza 15 gol. Nel luglio 2014 il Genoa lo cede ai cinesi del Guangzhou, che però nel gennaio successivo lo danno in prestito per 6 mesi alla Fiorentina. Al termine campionato non torna a giocare in Cina, perché si trasferisce a titolo definitivo al Palermo, dove in 33 presenze in campionato segna 10 reti. Nelle classifiche dei marcatori in serie A, al termine del campionato 2015/16, con 188 reti è al 3° posto tra i calciatori in attività, preceduto da Di Natale (che comunque ha annunciato il suo ritiro) e Totti, e al 9° nella graduatoria all time, insieme con Giuseppe Signori e Alessandro Del Piero. In Nazionale ha 57 presenze con 19 reti. È campione del mondo 2006, con cinque presenze e un gol, e medaglia di bronzo alle Olimpiadi del 2004. Nella Confederations Cup 2013 grazie all’infortunio di Balotelli contribuisce al terzo posto degli azzurri. Festeggia 38 anni.
Ruggero Orlando (1907/1994) – E’ stato da giornalista uno dei volti storici della televisione italiana e, per una brevissima parentesi, deputato al Parlamento. Dopo gli esordi nel 1926 come redattore di riviste inglesi, francesi e americane, entrò alla RAI (allora si chiamava EIAR) quando la TV non era stata ancora inventata, come corrispondente radiofonico da Londra, collaborando in seguito alle trasmissioni alleate e a quelle della Resistenza in funzione antifascista. La sua carriera conobbe una svolta decisiva quando venne scelto come inviato da New York, dove rimase dal 1954 al 1972. Celebre la sua introduzione a ogni servizio: «Qui da Nuova York: vi parla Ruggero Orlando». Ancor più indimenticabile la storica diretta del primo sbarco sulla Luna, nel corso della quale fu protagonista di una disputa con il collega Tito Stagno sul momento esatto dell’allunaggio (poi si scoprì che avevano torto entrambi). Insignito nel 1971 del premio Borselli come “miglior giornalista dell’anno” ed eletto al Parlamento, l’anno seguente, nelle liste del PSI, si dedicò anche alla letteratura, pubblicando nel 1968 un romanzo ambientato nel ventennio fascista (dal titolo “Gli anni dell’aquila”) e in seguito raccolte di poesia e un libro di memorie nel 1990. Il 18 aprile di quattro anni dopo scomparve a Roma.

Eventi sportivi
1975 – Arthur Ashe diventa il primo nero a vincere il titolo del singolare nel Torneo di Wimbledon.

Proverbio/Citazione
Quando luglio è molto caldo, bevi molto e tienti saldo.
“Qui Nuova York, vi parla Ruggero Orlando.” Ruggero Orlando