Confindustria Cuneo ha quattro nuovi vicepresidenti foto

Si tratta di Roberta Ceretto, Marco Costamagna, Roberto Rolfo e Bartolomeo Salomone

L’assemblea dei soci di Confindustria Cuneo, convocata in videoconferenza, ha eletto quattro nuovi vicepresidenti: Roberta Ceretto, Marco Costamagna, Roberto Rolfo e Bartolomeo Salomone si affiancano, nel Consiglio di Presidenza guidato da Mauro Gola, ai vicepresidenti Pierpaolo Carini (Egea spa), Amilcare Merlo (Merlo spa), Elena Lovera (Costrade srl) e Giuseppe Miroglio (Miroglio Textile srl) e ai due vicepresidenti di diritto Alberto Biraghi (presidente della Piccola industria) e Alberto Ribezzo (presidente dei Giovani imprenditori).

Nel Consiglio generale è stato eletto Riccardo Preve (Preve Costruzioni spa).

Roberta Ceretto appartiene alla terza generazione di una delle più storiche ed eclettiche famiglie vinicole piemontesi. Laureata in lingue straniere alla Facoltà di lettere e filosofia di Torino con tesi sulla letteratura sudafricana, sceglie la famiglia e le Langhe alla carriera universitaria. Nel 1999 inizia a lavorare con il padre Bruno ed è subito coinvolta nel progetto di ristrutturazione della cappella delle Brunate di La Morra (la “Cappella del Barolo”) reinterpretata con i colori degli artisti Sol LeWitt e David Tremlett. È il primo approccio della famiglia all’arte contemporanea cui faranno seguito molte altre iniziative e mostre ccon protagonisti nomi del calibro di Ansel Kiefer, Francesco Clemente, Kiki Smith, Marina Abramovich, Ellsworth Kelly, Patti Smith e Lynn Davis. L’arte è la sua passione che coniuga con i compiti che più la vedono impegnata, ovvero le pubbliche relazioni, la promozione, il marketing e l’organizzazione di eventi per tutte le numerose attività di famiglia, sia vinicole sia ristorative. Con il fratello Federico e i cugini Alessandro e Lisa da gennaio 2019 è alla guida delle Aziende Vitivinicole Ceretto srl e ne è presidente. Da 4 anni è mamma di un piccolo uragano di nome Bruno.

Marco Costamagna, sposato e padre di due figlie gemelle, è laureato in ingegneria gestionale presso il Politecnico di Torino. È amministratore delegato della Biemmedue spa di Cherasco, leader mondiale nel settore del riscaldamento, della pulizia industriale e della deumidificazione, con le linee di prodotti Bm2 Arcotherm, Arcomat e Arcodry. Inoltre è presidente del Cda e amministratore delegato di Ars Elettromeccanica srl di La Morra (produzione di bobine, solenoidi e pompe a vibrazione) e amministratore delegato della Mtm Hydro di Cherasco (produzione di accessori e macchine per lavaggio e car wash). Presiede la Sezione meccanica di Confindustria Cuneo e, in rappresentanza dell’associazione degli imprenditori della Granda, fa parte del Consiglio generale di Federmeccanica. Presiede anche Federlavaggi (Federazione nazionale fra le imprese dell’autolavaggio).

Roberto Rolfo è diplomato presso il Liceo scientifico e dal 1980 lavora nell’azienda di famiglia, la Rolfo spa di Bra di cui è amministratore delegato. L’azienda, fondata nel 1885, è attiva nella produzione di bisarche per il trasporto di veicoli (automobili generiche, da collezione, sportive, trattori stradali, cabinati, trattori agricoli, fuoristrada, Suv e veicoli commerciali di qualsiasi genere). Forte della sua esperienza, flessibilità e propensione all’innovazione, la Rolfo spa è stata oggetto nelle ultime due decadi di un processo di globalizzazione che l’ha portata ad essere presente in tutti i maggiori mercati mondiali. Questa presenza stabile e duratura si rafforza grazie a un orientamento aziendale rivolto alla realizzazione di soluzioni capaci di soddisfare le specifiche esigenze di trasporto. All’interno del gruppo Roberto Rolfo è anche presidente della Fasano srl di Monchiero e della Rolfo Service srl di Bra. Inoltre è consigliere d’amministrazione della Rolfo Plastic Gall srl e della Rolfo Holding, sempre con sede nella città della Zizzola. Il volontariato è un campo che vede molto attivo l’imprenditore che è vicepresidente dell’associazione Aghav (centro diurno per handicap), di “Bra Futura” (trasporto di ragazzi diversamente abili) e della Fondazione Aghav. È anche consigliere d’amministrazione dell’Automobile Club d’Italia di Cuneo.

Bartolomeo Salomone, nato a Lequio Tanaro, sposato, ha due figlie e tre nipoti e lavora nel Gruppo Ferrero da oltre 40 anni. Laureato in economia, è entrato giovanissimo in azienda, dove ha assunto responsabilità dirigenziali via via più importanti. Nel 2001 è stato nominato direttore finanziario del Gruppo e, da circa dieci anni, rappresenta la Società nell’ambito del patto sindacato degli azionisti di Mediobanca in piazzetta Cuccia a Milano. Collabora, dagli inizi degli anni Novanta, con la Facoltà di economia dell’Università degli studi di Torino che lo ha insignito del titolo di “cultore della materia finanza aziendale”. Tra i tanti incarichi ricoperti in diverse Società del Gruppo, da qualche anno ha assunto anche la carica di Presidente del Village, struttura-laboratorio dove si promuove il “Kinder Joy of moving”, programma internazionale del Gruppo Ferrero. Nel 2019 Salomone è stato chiamato a dirigere, in veste di segretario generale, la Fondazione Ferrero, creata nel 1983 da Michele Ferrero e da sempre presieduta dalla consorte del compianto imprenditore, signora Maria Franca. Da oltre 20 anni fa parte del Consiglio d’amministrazione della Ferrero spa e, a dicembre 2019, ne è stato nominato presidente.