Busca, il Movimento 5 Stelle sulla situazione migranti

"Da parte nostra continueremo ad attivarci per monitorare e collaborare con ogni nostra possibilità"

Busca. Dopo il botta e risposta tra Gallo e Pessina anche il Movimento 5 Stelle buschese ha espresso il proprio pensiero riguardo alla questione degli immigrati nel Saluzzese.

Scrive: “Innanzitutto è una questione di vecchia data. Già lo scorso anno la Prefettura di Cuneo aveva chiesto la collaborazione ai comuni limitrofi. Non credo sia corretto dire che “non ci si aspettava” quello che sta succedendo. Per chi ha esperienza di Istituzioni da tempo, come il nostro Sindaco, era facile prevedere quanto accaduto. E cominciare a pensare ad una soluzione. Aspettare che si arrivi all’emergenza prima di agire è un atteggiamento italiano che sarà dura scardinare. La prevenzione ha un prezzo in termini di costi, ma anche di pensiero e di progettazione, che si ripagano ampiamente. In primis evitando l’allarmismo che si è creato nel nostro Comune in questi giorni. Chi viene in Italia cercando un lavoro non merita di essere trattato come fosse un “untore”. Con l’operazione di giovedì ogni persona è stata controllata dal punto di vista sanitario; perciò creare allarmismo solo per avere visibilità ci sembra un gesto di puro sciacallaggio. La situazione buschese attuale è figlia dell’incapacità di programmare interventi, a tutti i livelli istituzionali, oltre che dell’emergenza causata da Covid-19. Merita comunque un encomio l’impegno del Comune di Busca, della Protezione Civile, della Caritas, della Parrocchia, della Croce Rossa e di tutte le Associazioni di Volontariato che si sono attivate e continueranno a farlo per trovare una soluzione all’emergenza in atto. Speriamo ci sia chi possa dare lavoro a queste persone, così che tutto ciò trovi un senso ed un compimento.”

Conclude: “Da parte nostra continueremo ad attivarci per monitorare e collaborare con ogni nostra possibilità.”