Quantcast

Un cambio di itinerario che ha creato allarme

Una telefonata allunga la vita, dimenticarsene crea preoccupazione e allarme. E' quanto è successo a un giovane albese che ha cambiato meta della sua gita montana e ha causato ansia alla madre che era senza sue notizie

Ha fatto preoccupare, e molto, i famigliari che non lo hanno visto tornare a casa ma il giovane aveva solamente cambiato itinerario della sua gita in montagna, senza avvertire. E’ successo questo sabato pomeriggio nel vallone del Vallanta e nella zona del rifugio Viso, dove gli uomini del soccorso alpino della delegazione “Monviso”, allertati dalla telefonata di allarme della madre, hanno cercato, con l’ausilio di un elicottero decollato da Torino, un giovane che senza pensare alle conseguenze di una decisione banale, se vogliamo, aveva cambiato percorso senza raggiungere la meta iniziale, Bobbio Pellice, pernottando invece in quota al bivacco Bertoglio.

Domenica mattina, mentre il ragazzo, un 22enne albese, stava tornando alla macchina che aveva lasciato a Castello di Pontechianale, è stato notato e raggiunto da un carabiniere fuori servizio che, a conoscenza delle ricerche in corso, ha chiesto le generalità del ragazzo, restituendo alla famiglia la serenità che per ore era mancata.