Sabato 30 maggio riapre Beico, la finestra sulla Valle Grana

Lo spazio all’interno del Filatoio di Caraglio ospiterà anche i servizi di biglietteria del Filatoio e del Museo del Setificio Piemontese

Sabato 30 maggio riapre al pubblico Beico, la finestra sulla Valle Grana gestita dall’associazione La Cevitou all’interno del Filatoio di Caraglio. Si tratterà di un nuovo inizio speciale, perché dal 30 maggio Beico, grazie alla collaborazione con la Fondazione Filatoio Rosso, ospiterà anche i servizi di biglietteria del Filatoio e del Museo del Setificio Piemontese. La finestra sulla valle Grana sarà aperta il sabato in orario 15-19 e la domenica in orario 10-19. In occasione del ponte della Festa della Repubblica Beico sarà fruibile anche lunedì primo giugno (15-19) e martedì due giugno (10-19).

Lo spazio gestito dall’associazione La Cevitou dal 2005 è uno dei luoghi dell’Ecomuseo Terra del Castelmagno. Il termine beico è un intercalare in lingua occitana per dire “guarda, ascolta, osserva ciò che ti sta intorno” inteso anche in termini di stupore, meraviglia. È da sempre un luogo dove turisti e curiosi possono dare un primo sguardo alla valle per poi conoscerne le peculiarità, le tradizioni, i prodotti direttamente sul territorio.
Beico è dal 2014 uno degli infopoint della valle Grana grazie ad un progetto che l’Ecomuseo ha realizzato in collaborazione con l’Unione Montana Valle Grana e il Cuma (Comuni Uniti Media e Alta valle Grana). Al suo interno sono disponibili prodotti tipici della valle, manufatti artigianali e una libreria con pubblicazioni locali e specifiche inerenti il territorio e la cultura occitana e montana, cd, dvd, libri, mappe e carte turistiche, frutto di un lavoro di ricerca e collaborazione che l’associazione ha portato avanti negli anni insieme agli operatori del territorio.

Nel 2019 Beico è stato aperto dal 14 aprile al 31 dicembre nei giorni di giovedì, sabato e domenica e nei giorni festivi dalle 15 alle 19, con alcune aperture straordinarie per la presenza di gruppi. Dall’8 dicembre al 6 gennaio ha ospitato il mercatino di Natale con artigianato locale e le eccellenze culinarie del territorio. Visto il successo Beico ha continuato a proporre le passioni attraverso la creatività e l’artigianato fino alla chiusura dello scorso 14 febbraio.
Nel 2019 il numero di passaggi e soprattutto degli interessati è aumentato rispetto agli anni passati; anche gli introiti sono notevolmente cresciuti (dai 1700 € del 2018 in sette mesi di apertura ai 4.500 € del 2019 in nove mesi di apertura) con un incremento del numero di prodotti commercializzati.

Dalla primavera del 2019 lo spazio fisico di Beico è completamente rinnovato e occupa le salette all’interno del primo cortile del Filatoio, che vengono identificate come la Porta di Valle della Valle Grana. La collaborazione con la Fondazione Filatoio si è intensificata sempre di più nel corso degli ultimi anni tanto da portare quest’ultima ad affidare all’associazione La Cevitou la gestione della mostra migrACTION – Generazioni in movimento posta in adiacenza alle sale dedicate a Beico. La sinergia tra BeicomigrACTION e Porta di Valle, nuovo e moderno sistema informativo e turistico delle Terre del Monviso per informazioni e servizi utili a cittadini e turisti, arricchisce l’attrattività delle singole realtà e del Filatoio.