Quantcast

Mondovì, “Solidarietà scolastica” ai tempi del Covid-19

Sinergia tra Comune e Istituto Alberghiero: il Politecnico di Torino dona 30 pc al Comune, che li mette a disposizione di altrettanti studenti dell’IIS “Giolitti Bellisario”.  La consegna nei prossimi giorni, a cura dei volontari della Protezione Civile.

Mondovì. Da una parte l’esigenza di una scuola monregalese, l’Istituto Alberghiero “Giolitti Bellisario”, dall’altra la solidarietà di un altro Ente di formazione che proprio quest’anno ha riattivato i suoi corsi a Mondovì, il Politecnico di Torino. In mezzo, l’impegno del Comune a recepirne necessità e disponibilità e a fornire il supporto logistico necessario. È così che, entro la fine della settimana, trenta computer fissi, comprensivi di monitor, mouse e tastiere, donati al Comune dal Politecnico verranno consegnati dal Gruppo Comunale della Protezione Civile ad altrettanti studenti dell’Istituto Alberghiero, per consentire loro di seguire la didattica online.

È l’ultima delle tante iniziative di solidarietà fiorite nel contesto di emergenza, che si aggiunge alle circa quattrocento consegne effettuate dalla Protezione Civile ad altrettanti studenti per conto degli Istituti Scolastici cittadini: dalle “teste” dei manichini per gli aspiranti parrucchieri del CFP Cebano-Monregalese, ai libri riconsegnati a casa degli studenti dei Licei e degli Istituti Comprensivi, fino ai computer, tablet e router mobili consegnati per conto del “Cigna-Baruffi-Garelli” e, per l’appunto, del “Giolitti Bellisario”.

«Già nelle primissime settimane di sospensione delle attività didattiche attorno alla metà di marzo scorso – dichiara il Dirigente Scolastico dell’IIS “Giolitti-Bellisario”, Donatella Garello -, rilevato un fabbisogno da parte di allieve e allievi – con precedenza a quelli con sostegno e in condizioni economiche difficili – l’istituto Giolitti Bellisario si è attivato per predisporre e inviare tutti i personal computer a disposizione della scuola, sia nella sede di Mondovì, sia in quella del plesso di Barge, oltre a un numero di macchine acquistate con l’erogazione del Ministero dell’Istruzione. L’operazione – supportata dalla Protezione Civile del monregalese, sotto la guida preziosa della Comandante di Polizia Urbana di Mondovì Domenica Chionetti – ha consentito il recapito di circa 50 PC ad altrettante allieve e allievi. Il numero delle richieste, tuttavia, aumentava di giorno in giorno. Pertanto la donazione di ulteriori 30 computer fissi da parte del Politecnico di Torino con l’intervento efficace del Comune di Mondovì da parte dell’ Assessore all’Istruzione Luca Robaldo, degli uffici comunali, di funzionari e tecnici del Politecnico di Torino e della sede di Mondovì, dei volontari della Protezione Civile, ha permesso alla scuola di venire incontro al fabbisogno delle allieve e degli allievi, molti dei quali residenti in un comprensorio ampio, anche fuori provincia di Cuneo. A nome mio personale e delle allieve e allievi destinatari dei computer, ringrazio tutti i protagonisti dell’iniziativa di solidarietà messa in atto per concretizzare questo generoso contributo e per l’accuratezza nel supporto organizzativo, tecnico e logistico».

«L’Istituto “Giolitti Bellisario” ci ha rappresentato la necessità di reperire personal computer per i ragazzi iscritti, molti dei quali, tra l’altro, avevano già ottenuto un pc direttamente dalla Scuola – dichiara l’Assessore all’Istruzione, Luca Robaldo –. Abbiamo interessato il Politecnico, che ha risposto con grande disponibilità, fornendo computer perfettamente funzionanti, che i volontari della Protezione Civile si occuperanno di installare a casa degli studenti. Colgo l’occasione per ringraziare non soltanto il Politecnico, ma tutti i volontari che si sono occupati delle consegne, dalla Protezione civile al Circolo delle Idee, come pure i Dirigenti e gli insegnanti dei nostri Istituti Scolastici, che si sono immediatamente attivati per dotare dei dispositivi necessari per la didattica online tutti gli studenti che ne erano sprovvisti. Insieme abbiamo lavorato per raggiungere un risultato fondamentale: garantire a tutti l’accesso all’Istruzione, nonostante questa situazione di grave emergenza».