Facciamo conoscere la rete contro l’usura

Iniziative dell'osservatorio regionale sui fenomeni di usura per far conoscere la rete antiusura presente sul territorio regionale, per evitare che chi è in crisi economica si rivolga ai canali diversi da quelli istituzionali per ricevere le risorse necessarie

Questa è l’intenzione corale emersa nel corso della seduta dell’Osservatorio regionale sui fenomeni di usura, estorsione e sovraindebitamento di ieri pomeriggio.

A rappresentare il Consiglio regionale c’erano i consiglieri componenti dell’Udp, Giorgio Bertola e Gianluca Gavazza.

“Oggi l’Osservatorio su Usura, Sovraindebitamento ed Estorsione si è nuovamente riunito in videoconferenza, perché l’attenzione su questi fenomeni, in questo momento, è altissima – ha dichiarato Bertola -. Abbiamo predisposto una campagna comunicativa per far conoscere ai cittadini tutti i servizi e le possibilità presenti e concrete nel nostro territorio contro l’usura. Personalmente ho chiesto inoltre ai membri dell’Osservatorio di aiutarci a identificare al meglio eventuali categorie di imprese e lavoratori maggiormente a rischio, offrendoci le loro suggestioni per costruire interventi di sostegno mirati.”

Secondo Gavazza, “Si potrebbe valutare anche la fattibilità dell’iscrizione alla White List di tutte le aziende in difficoltà che richiedono un contributo all’Ente Pubblico”. Si tratta di quelle aziende inserite in uno speciale elenco della Prefettura perché operanti in settori economici particolarmente esposti alla criminalità organizzata. “L’auspicio– ha aggiunto Gavazza – è che agli importanti strumenti in mano all’Osservatorio se ne possano aggiungere altri più potenti, in grado di rendere l’azione complessiva di contrasto all’usura e ai comportamenti estorsivi all’altezza della nuova drammatica situazione, che si è prodotta per causa del Covid-19 nel nostro Paese”.